Studente baby-sitter violentava i nipotini di 2 e 4 anni: lo choc in Tribunale

Studente baby-sitter violentava i nipotini di 2 e 4 anni: lo choc in Tribunale
Lo zio amorevole? Lo studente baby sitter? Avrebbe violentato i nipotini di soli 4 e 2 anni. E' quanto sostiene l'agghiacciante sentenza con cui il Tribunale di Ancona ha condannato un 30enne di Filottrano, universitario, a 9 anni di carcere. La difesa, rappresentata dall'avvocato Vittoria Sassi, è già pronta a ricorrere in appello. La vicenda era finita sotto la lente della magistratura nella primavera del 2012, quando i genitori dei bambini, due maschietti di 2 e 4 anni, avevano denunciato le presunte violenze alla forze dell'ordine. Accuse pesantissime che avevano portato il 30enne a scontare per un periodo gli arresti domiciliari.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, dall'inizio del 2012, lo studente era solito prendersi cura dei suoi due nipotini durante l'assenza dei genitori. Gli lasciavano i figli per ore, senza alcun problema, fidandosi ciecamente di lui. Mai avrebbero pensato che quei pomeriggi di babysitting si sarebbero potuti trasformare in violenze sessuali perpetrare ai danni dei due bambini. Ad accorgersi che qualcosa non andava era stata la madre dei piccoli. A metà febbraio, aveva lasciato come suo solito i figli nelle mani del parente. Quando la donna è entrata nell'appartamento del 30enne per riprendersi i figli, si è trovata di fronte a una situazione allarmante. Appena voltate le spalle allo zio, i piccini avrebbero iniziato a piangere e ad urlare.

Il dubbio si rafforzò quando il maggiore avrebbe mimato ai genitori espliciti gesti sessuali. Il pensiero che i bambini potessero stati vittime di violenza trovò conferma quando la donna portò i bimbi al pronto soccorso del Salesi. Così è partito il processo.

 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Aprile 2016, 09:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA