"Noi non abbiamo scelto di essere vittime", il nipote di Moro risponde alla Balzerani

"Noi non abbiamo scelto di essere vittime", il nipote di Moro risponde alla Balzerani

«Noi non abbiamo scelto di essere vittime e non ne abbiamo fatto un mestiere. Voi avete scelto di fare i brigatisti e di piombare nelle nostre vite distruggendole, cosa di cui avremmo fatto volentieri a meno, negli ultimi quaranta anni avete avuto lo spazio, la voce e la visibilità. Cose che a noi sono state negate».

È quanto dichiara in una nota Luca Moro, nipote del presidente Dc, figlio della primogenita Maria Fida, in risposta alle dichiarazioni rilasciate ieri dalla ex Br Barbara Balzerani a Firenze, durante la contestata presentazione del suo libro.

«Sembra che l'esperienza di essere a contatto con Aldo Moro in quei cinquantacinque giorni non abbia insegnato niente né a lei né ad altri. L'unica cosa saggia che le rimarrebbe da fare - conclude - sarebbe il silenzio, ne farebbe una figura migliore come essere umano».
Sabato 17 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-03-22 11:19:35
Essere umano la Balzerani? Sì, come quelli che le hanno dato la possibilità di diventare scrittrice. Lucrando con la scusa dell'aspetto storico-documentale. Lei ed i suoi fidi compari dovevano stare in un carcere chiuso con una chiave di cioccolata.
DALLA HOME