Migranti, il piano del governo: 8 voli charter al mese per i rimpatri

Migranti, 8 voli charter al mese per i rimpatri.
Alfano: "Se ne occupi l'Unione Europea"

Scatta il piano dei rimpatri dei migranti "economici", o meglio quelli definiti illegali e destinati a tornare nei loro rispettivi Paesi. Per farlo sono pronti otto voli charter al mese, tutto a spese dell'Unione Europea.

Come scritto dal Corriere della Sera questa mattina in edicola, il governo italiano vuole che l'UE garantisca due voli charter alla settimana. Ad oggi il rimpatrio avviene su voli di linea con il supporto della scorta garantita dalle forze dell'ordine (due poliziotti). In cambio l'Unione Europea pretende una maggiore supervisione dei migranti non regolare, cercando di portare a termine l'identificazione e non perderne le tracce.

RENZI, "ACCOGLIERE RIFUGIATI, A CASA MIGRANTI ECONOMICI" «Sul tema dell'accoglienza ci vogliono soluzioni che rispondano a requisiti etici e criteri di ragionevolezza». Lo ha detto Matteo Renzi, secondo quanto si apprende, aprendo l'incontro con le Regioni. «I richiedenti asilo si accolgono, i migranti economici vengano rimpatriati», sottolinea il presidente del Consiglio.

ALFANO: "UE SE NE FACCIA CARICO" Oggi, al Consiglio europeo, «l'Italia chiederà che l'Europa faccia l'Europa e che ci siano tutte le condizioni per riuscire a dare la possibilità a noi di dire: 'noi siamo in grado di fare da soli ma è bene che l'Europa si faccia carico dei migranti, che rappresentano un problema che è di tutti e non solo dell'Italia». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, parlando a margine della cerimonia per la 25esima edizione del 'Libro dei Fatti', presso il Palazzo dell'Informazione di piazza Mastai.

«In secondo luogo -ha continuato Alfano - chiederemo che il sistema dei rimpatri funzioni, visto che è un punto essenziale dell'agenda Juncker: se i migranti regolari, i richiedenti asilo devono essere accolti, non funziona il sistema dei rimpatri e tutto questo conto deve essere pagato solo dall'Italia - ha spiegato il ministro dell'Interno - noi chiediamo che il sistema sia effettivo e mi fa molto piacere che il presidente del Consiglio abbia voluto sottolineare con l'evidenziatore esattamente questo aspetto», ha concluso.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Giugno 2015, 22:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA