Lo Stato non paga le carrozzine alle sorelle disabili, parte la raccolta fondi

Lo Stato non paga le carrozzine alle sorelle disabili, parte la raccolta fondi

Maria Chiara ed Elena Paolini sono due sorelle disabili di 25 e 21 anni che non possono muoversi autonomamente e hanno bisogno di carrozzine speciali per i loro spostamenti. Di una di loro vi avevamo già parlato qualche mese fa, quando all'aeroporto di Ancona la compagnia RyanAir rifiutò di imbarcare la sua carrozzina adducendo motivi di sicurezza.

Oggi Maria Chiara ed Elena, che possiedono anche un blog, chiedono aiuto al web: hanno bisogno di due carrozzine elettriche nuove, un modello molto particolare che viene prodotto da una piccola azienda britannica. Si tratterebbe di un modello così rivoluzionario per dimensioni, velocità e software che non ha passato i controlli CE. Per questo motivo la carrozzina elettrica può essere venduta solo come mezzo di trasporto e non come articolo sanitario. Per questo motivo, il Ministero della Salute non riconosce alcun contributo per l'acquisto.

Il prezzo delle due carrozzine, due modelli simili ma non completamente identici, si aggirerebbe quindi, complessivamente, oltre i 30 mila euro. Tutto a carico della famiglia di Maria Chiara ed Elena, che al momento non può permetterselo. Per questo motivo le due sorelle hanno deciso di lanciare sul web una raccolta fondi sul sito GoFundMe. Se volete fare una buona azione, potete contribuire anche voi donando qualsiasi cifra.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Dicembre 2016, 14:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA