Il messaggio brillante dei genitori del bimbo
col morbillo per chi non vaccina i propri figli

Il messaggio brillante dei genitori del bimbo
​col morbillo per chi non vaccina i propri figli

Il morbillo torna a far paura. Si moltiplicano i casi in Italia e non solo, come conseguenza della spinta del movimento degli antivaccinisti sobillati da Andrew Wakefield, il medico britannico poi radiato che aveva lanciato teorie sulla correlazione tra i vaccini per il morbillo e l'autismo nei bambini.

A Falconara (Ancona) i genitori di un bimbo di appena sei mesi, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale pediatrico Salesi, hanno lanciato un messaggio, affisso sulla porta dello studio medico Galileo Galilei, dove lavora il pediatra del piccolo. Probabilmente, è la risposta più brillante a chi invoca la libertà di scelta su un dovere civico ma poi chiede pieni diritti.



«I pediatri dello studio medico 'Galileo Galilei', il papà e la mamma del piccolo bambino ricoverato in condizioni critiche all'ospedale 'Salesi' perché contagiato dal morbillo ringraziano sentitamente i genitori che non vogliono vaccinare i propri figli, consentendo il dilagare di una malattia che nel 2017 sarebbe dovuta essere estinta!».

Con il calo delle vaccinazioni, infatti, si è ridotta progressivamente, in diversi paesi, l'immunità di gregge. Mentre i medici avvertono che non c'è alcuna correlazione provata tra vaccini e autismo, contrariamente a quanto sosteneva lo studio di Wakefield, ritrattato solo in seguito ma uscito proprio nel momento in cui il morbillo stava per essere completamente debellato, solo l'Italia ha registrato, nei primi mesi del 2017, un incremento dei casi del 230% rispetto allo stesso periodo del 2016.
Mercoledì 22 Marzo 2017, 12:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA