"Io partorisco in campagna", tra Umbria e Toscana nasce la fattoria delle mamme
di Nicole Di Giulio

"Io partorisco in campagna", tra Umbria
e Toscana nasce la fattoria delle mamme

​Partorire a contatto con la natura in tutta sicurezza. Un sogno che diventa realtà grazie all’iniziativa di due giovani ostetriche. Tutto questo a Castiglione del Lago, al confine tra Umbria e Toscana.



Una fattoria in mezzo al verde della campagna umbra. Tra daini, gatti e caprette. È questo il luogo dove Marianna e Giovanna, due giovani ostetriche, hanno aperto una casa parto, la prima in Italia, dove le neomamme potranno partorire a contatto con la natura. Una “fattoria delle mamme” fatta su misura per le donne e i loro compagni, un ambiente caratterizzato da pace e bellezza in cui il parto torna ad essere concepito per quello che realmente è: un momento stravolgente e stupendo nella vita di una donna.







Marianna e Giovanna hanno lavorato in Africa, Asia e America Latina; hanno assistito donne che partorivano in situazioni estremamente precarie. Un bagaglio di esperienze che ha fatto capire loro che il parto va vissuto nel modo più naturale possibile in linea con quanto suggerisce l’Organizzazione mondiale per la sanità.







La sicurezza però resta la priorità: le donne che decidono di partorire nella casa parto vengono assistite giorno dopo giorno, viene loro garantita assistenza e a soli 15 minuti di auto c’è comunque un ospedale di riferimento.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Maggio 2015, 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA