Minacce dagli animalisti, "Caterina
bersagliata per la sperimentazione"

Minacce dagli animalisti, "Caterina bersagliata per la sperimentazione"
PADOVA - Una serie di nuove minacce da parte di estremisti animalisti è stata inviata alla 26enne padovana Caterina Simonsen, la ragazza, studentessa a Bologna, gravemente malata e al centro di un caso mediatico 10 mesi fa per via delle ingiurie ricevute sul web dopo aver postato sul suo profilo social frasi a favore della sperimentazione animale, che a suo dire l'ha tenuta in vita. Lo ha reso noto la sua casa editrice, la piemontese Piemme Edizioni.







«Caterina ha pubblicato un libro, per raccontare la sua storia, la sua malattia, le sue difficoltà di ogni giorno - spiegano dopo la pubblicazione di "Respiro dopo respiro. La mia storia" - E ribadire che i test su animali non sono barbarie di persone senza sensibilità, ma un mezzo attualmente insostituibile per produrre farmaci il più sicuri possibile e cercare di curare malattie gravi».



Una delle frasi ricevute, ad esempio, affermerebbe: «Nessuna vita dovrebbero troncare x nessun ragione!! Non e giusto ke usano poveri animali x trovare la cura.!! xke non usano persone? Ci sono tantissimi delinquenti in carcere, Ki ha ucciso non so quante persone..! Loro andrebbero benissimo x la ricerca delle cure! No i poveri animali innocenti!!!!!».



E c'è anche chi invoca la protezione di particolari alimentazioni: «Io da quando sono vegana (2 anni), non ho più avuto un'influenza, neanche dopo essere stata vicina a chi l'aveva....». Nell'arco di 24 ore però sono giunti anche moltissimi messaggi di solidarietà - in tutto quasi 700 post - che hanno rapidamente superato quelli degli animalisti.

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Ottobre 2014, 09:56