Con il camper travolse 2 ragazzi su una Vespa, arrestato mesi dopo: si nascondeva dai parenti a Roma

Travolge due ragazzi con il camper e fugge, arrestato due mesi dopo: si nascondeva dai parenti a Roma

Travolse con il camper, a Casagiove (Caserta), due minorenni a bordo di una vespa 50, ma invece di fermarsi e prestare soccorso, fuggì facendo perdere le proprie tracce. O almeno così credeva, perché a poco più di due mesi dal fatto, i carabinieri sono riusciti a identificarlo e arrestarlo. In carcere è così finito il 23enne Rocco Abbruzzese; i militari della stazione di Casagiove lo hanno fermato a Roma su ordine della Procura di Santa Maria Capua Vetere, presso alcuni parenti dove il giovane aveva trovato ospitalità dopo l'incidente. Il Gip ha poi convalidato il fermo emettendo ordinanza in carcere per i reati di lesioni gravissime stradali nonché per il delitto di minaccia diretta a commettere un delitto.

Abbruzzese, è emerso, dopo il fatto, accaduto il 30 agosto scorso, aveva anche minacciato con l'aiuto dei familiari alcuni testimoni affinché non rivelassero ai carabinieri la sua diretta responsabilità nell'incidente. Il giovane guidava il camper, intestato alla compagna, senza aver mai conseguito la patente di guida, e ai carabinieri che lo hanno arrestato si è giustificato dicendo di non essersi fermato perché aveva paura di finire in arresto. A causa del grave incidente, uno dei due minori coinvolti, il 17enne passeggero, è tuttora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Caserta, dove subì un delicato intervento chirurgico. Abbruzzese invece è finito comunque in cella. Dalle indagini è emerso che avrebbe invaso la corsia su cui viaggiava la Vespa con i due adolescenti prendendoli in pieno.

Venerdì 3 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME