L'attrice Stephanie Moseley uccisa dal marito rapper: l'omicidio-suicidio che scuote le star di Hollywood
di Simone Pierini

Stephanie Moseley uccisa dal marito rapper.
L'omicidio-suicidio scuote Hollywood -Foto

LOS ANGELES - Dramma di gelosia a Hollywood. L'attrice e ballerina Stephanie Moseley è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dal marito-rapper Earl Hayes, che poi si è tolto la vita.

L'uomo aveva trovato la moglie in videochiamata, via FaceTime, con il pugile Floyd Mayweather. Ha perso la testa, preso in mano la pistola e sparato una raffica di colpi contro la Moseley, star di Hit the Floor divenuta celebre per aver fatto parte del corpo di ballo di Britney Spears e per le sue apparizioni in Catwoman, con Halle Barry, e nella saga di Twilight.

Hayes si è poi rivolto l'arma contro sparandosi alla testa. Mayweather ha "assistito" alla scena perché ancora collegato con il cellulare, ha sentito gli spari e avvertito la polizia, che ora lo sta sentendo come testimone dell'omicidio-suicidio.


Ultimo aggiornamento: Martedì 9 Dicembre 2014, 18:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA