Siccità, la profezia di Baba Vanga: la veggente bulgara l'aveva davvero prevista?

Ogni volta che ci si trova di fronte a eventi epocali, spunta la presunta profezia: le cose stanno davvero così?

Siccità, la profezia di Baba Vanga: la veggente bulgara l'aveva davvero prevista?

La siccità degli ultimi mesi, a cominciare da quelli dello scorso inverno, non risparmia nessuna zona d'Europa. Il 2022 sarà ricordato per il caldo estremo, per i fiumi in secca e per il risparmio idrico forzato. Ed ecco che spunta una nuova, presunta profezia di Baba Vanga: la veggente bulgara avrebbe previsto questi effetti della crisi climatica.

Caldo e siccità, incenerito il 70% dei raccolti di frutta e verdura: l'allarme Coldiretti

La siccità e la profezia di Baba Vanga

La siccità e la carenza d'acqua nel 2022 sarebbero state previste da Baba Vanga, la veggente bulgara, non vedente sin dalla nascita, scomparsa nel 1996 all'età di 85 anni. Secondo quanto riportato dal Mirror, la veggente avrebbe previsto il risparmio idrico forzato e tutte le relative implicazioni a livello politico. Ma anche le alluvioni nell'emisfero Sud, dove in questi mesi è inverno. In alcune zone d'Europa le temperature in questi giorni sfiorano i 50°C e anche nel Nord del Vecchio Continente, come nel Regno Unito, i termometri segnano 40°C e c'è una grave crisi idrica.

 

Baba Vanga, vera veggente o fake news?

Ogni volta che ci si trova di fronte a eventi epocali, sul web spuntano presunte profezie fatte decenni prima da Baba Vanga. Ma come stanno davvero le cose? Sappiamo che la veggente bulgara, al secolo Vangelia Pandeva Dimitrova, da molti era considerata una guida spirituale. Il numero di seguaci era notevole in tutto il mondo e sembra che anche Leonid Breznev, leader dell'Unione Sovietica dal 1964 al 1982, chiedesse delle consulenze alla veggente. 

Le profezie di Baba Vanga, vere o presunte, negli ultimi anni sono diventate un vero e proprio fenomeno di Internet. Secondo quanto è possibile leggere sul web, la veggente bulgara avrebbe previsto il disastro nucleare di Chernobyl, la morte di Lady Diana e gli attacchi dell'11 settembre. Ma anche l'affondamento del sottomarino Kursk, alcune epidemie e anche l'espansione e gli attentati dei gruppi islamisti. Alcune di queste profezie, però, sono state smentite dagli stessi seguaci di Baba Vanga: il nodo della traslitterazione dal cirillico all'alfabeto latino, oltre alle molteplici interpretazioni, possono facilmente indurre in errori e fraintendimenti, a uso e consumo dei diffusori di fake news. Anche per quanto riguarda la siccità, sembra che Baba Vanga l'avesse effettivamente prevista, ma tra circa 25 anni. Un lasso di tempo in cui un fenomeno naturale potrebbe verificarsi molto facilmente. Restano quindi fortissimi dubbi su un'effettiva premonizione da parte della veggente bulgara nata nell'attuale Macedonia del Nord.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Agosto 2022, 13:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA