Selfie e sorrisi col grattacielo di Dubai in fiamme:
sul web scoppia la polemica -Guarda

Video

di Federica Macagnone

Il selfie più inappropriato, disgustoso e irrispettoso di sempre. Con queste parole gli utenti di Instagram hanno accolto l'immagine pubblicata sui social da due fidanzatini che si sono ritratti sorridenti con alle spalle il grattacielo di Dubai in fiamme alla vigilia di Capodanno.

I due hanno cercato l'angolazione giusta in modo tale che il rogo fosse bene in vista, hanno sfoderato i loro sorrisi scintillanti e dopo hanno caricato l'immagine on line accompagnandola con un commento: «Buon anno mia cara Dubai. Che Dio ti benedica e ti tenga al sicuro. Ci sorprendi sempre con i tuoi enormi fuochi d'artificio». Un messaggio non di certo appropriato alla situazione che è stato accolto dagli amici con grasse risate, ma che ha fatto infuriare gli utenti dei social network.




«Ma perché mai uno dovrebbe farlo?» ha osservato Azhar Siddique, tacciando la fotografia come inadeguata e irrispettosa. «Quanto bisogna essere diabolici e stupidi per farsi fare una foto davanti a un inferno di fuoco?» ha commentato un'altra utente. «Siete di cattivo gusto» ha tuonato Gail Morrissey sottolineando il dramma che avevano vissuto le persone che si trovavano all'hotel a cinque stelle The Address Downtown.

L'incendio, divampato alla vigilia di Capodanno, ha provocato un morto e 15 feriti e ha avuto origine al ventesimo dei 63 piani dell'edificio intorno alle 21.30, proprio mentre la gente iniziava a radunarsi per assistere ai fuochi artificiali sotto al Burj Khalifa, l'edificio più alto del mondo (828 metri), non molto lontano dal luogo del rogo. Le fiamme, tuttavia, non hanno impedito a decine di migliaia di persone di ammirare tre spettacoli di fuochi d'artificio: dal Burj Khalifa, impreziosito da 400.000 led, sono partite sette tonnellate e mezzo di giochi pirotecnici che a mezzanotte hanno illuminato a giorno la metropoli araba. «Ovviamente ciò non avrà ripercussioni sulla celebrazione» aveva subito assicurato il generale Rashed al-Matrushi, direttore generale della Protezione civile di Dubai, parlando ad Al-Arabiya. E così è stato.

Ma il web non perdona e si è scagliato contro l'immagine dei due fidanzatini sorridenti, come già aveva fatto in precedenza in casi del genere: due agenti di polizia si sono dimessi dopo essere stati condannati per essersi fotografati sul luogo dello schianto aereo a Shoreham, dove morirono 11 persone. Un'ondata di critiche aveva investito un gruppo di persone che si erano immortalate davanti al memoriale allestito sulla spiaggia di Sousse, dove 38 turisti erano stati uccisi a giugno. Stessa onta per i visitatori sorridenti al campo di concentramento di Auschwitz e per i turisti che si scattarono foto ricordo sul luogo dell'attacco terroristico di Sydney.


Ultimo aggiornamento: Sabato 2 Gennaio 2016, 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA