Mamma vende cibo su un gruppo Facebook: a processo, rischia un anno di carcere

Mamma vende cibo su un gruppo Facebook:
a processo, rischia un anno di carcere -Foto

Una mamma single, Mariza Reulas, rischia fino a un anno di carcere per aver venduto su un gruppo Facebook cibo fatto in casa. 

La Reulas è entrata nel gruppo 209 Food Spot, un forum alimentare in cui le persone di Stockton, in California, condividono le ricette. La sua ceviche, un piatto di pesce molto apprezzato in America Latina, si è dimostrato molto popolare nel gruppo, tanto che qualcuno ha voluto acquistarlo. Non immaginava di certo che quelle vendite rischiassero di spedirla dritta in galera. A quanto pare, infatti, la donna non è in possesso dei permessi necessari alla vendita di cibo. 



A incastrarla, lo scorso dicembre, un investigatore sotto copertura che ha contattato Reulas e chiesto di comprare un piatto di ceviche. La donna è sotto processo perché ha intrapreso la vendita senza una licenza appropriata e senza che gli alimenti siano stati sottoposti all'ispezione obbligatoria del dipartimento di salute, mettendo così i clienti in pericolo.

Diverse persone nel gruppo di Facebook sono state accusate, ma Reulas è l'unico membro sotto processo dal momento che si è rifiutata di dichiararsi colpevole e accettare tre anni di libertà vigilata. La mamma single di cinque figli ha ora aperto una pagina su GoFoundMe per raccogliere denaro da destinare all'apertura di un piccolo ristorante dove poter vendere il suo cibo nel rispetto delle regole. 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Novembre 2016, 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA