Nasce prematuro, l'ospedale chiede 168mila euro
per le cure: scatta la gara solidale sul web

Nasce prematuro, l'ospedale chiede 168mila euro ​per le cure: scatta la gara solidale sul web
NEW YORK - Una storia commovente arriva dall'ospedale di New York, dove una coppia ha dato alla luce Dax Johnston, un bimbo nato prematuramente.



Per ricevere le cure necessarie alla sopravvivenza del bimbo, l'ospedale ha chiesto un conto salatissimo: ben 168.000 euro, cifra che i genitori, i britannici Katie Amos, 30 anni, e Lee Johnston, 29enne, non hanno a disposizione.



Allora la mamma ha deciso di lanciare un vero e proprio appello su Facebook, cercando di raccogliere qualche fondo per le cure del piccolo: in poche ore sono stati raccolti già 8.000 euro.



Ecco il testo integrale, firmato simbolicamente dal neonato, che compare sul sito (gogetfunding.com):



"Ciao, il mio nome è Dax Johnston. Mia mamma e mio papà sono andati a New York per una breve vacanza di cinque giorni, ultima fuga prima del mio arrivo. Sono andati in una pasticceria (la mia mamma adora i dolci) e, mentre camminavano per Central Park, mi è sembrato stessero così bene che ho deciso di nascere con 11 settimane di anticipo. Oooops! Forse non è stata una grande idea. Abbiamo bisogno del vostro aiuto: mamma e papà non hanno soldi, vestiti né amici o familiari a cui dire un semplice ciao di persona. So che sono spaventati ma abbiamo molti buoni amici che stanno lavorando duramente per aiutarmi. Non sono certo che l'assicurazione stipulata da mamma e papà copra i costi dell'ospedale e loro sono parecchio preoccupati visto che il conto supera i 200mila dollari".
Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Gennaio 2015, 14:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA