Due italiani in Grecia: "Non credete alle tv,
qui funziona tutto e non c'è panico" -Foto

Due italiani in Grecia: "Non credete alla tv, qui funziona tutto"

«Non credete a quello che dicono i giornali e le tv italiane, qui in Grecia funziona tutto. Riceviamo messaggi allarmanti dall'Italia, ma non ci sono scene di panico né lunghe code ai bancomat».

Il messaggio arriva da una coppia di italiani che vivono nei pressi di Chanià, città a ovest di Creta, ed è stato rilanciato prontamente su Facebook da Microcosmo Creta, una pagina di appartamenti per le vacanze in affitto sulla splendida isola greca. Peccato che Creta sia un'isola turistica, ed è per questo che, come dimostrano le foto, le attività commerciali sono regolarmente in funzione e non ci sono scene di panico davanti ai bancomat.

Inoltre, per la stessa ammissione dei due turisti italiani, la restrizione sul prelievo (60 €) riguarda solamente i conti correnti e le carte emesse in Grecia, mentre per gli stranieri, quasi tutti turisti, non c'è alcun limite se non quello previsto dalle norme generali stabilite dall'istituto di credito di appartenenza (generalmente 250 € al giorno). Se l'obiettivo della pagina Facebook era quello di non creare allarmismo nei turisti in arrivo a Creta, ci può stare, anche perché non c'è ancora il vero e proprio 'pienone', ma non si può generalizzare una gettonatissima meta di viaggi con tutto il resto della Grecia. Siamo molto lontani dalle scene di panico viste nelle principali città del paese, con la capitale Atene in primis, Creta sembra essere un'isola davvero felice. Purtroppo non lo è anche il resto del paese.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio 2015, 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA