In viaggio da soli ai tempi del virus: bici, barca, campeggio, ecco cosa c'è da sapere
di Valeria Arnaldi

In viaggio da soli ai tempi del virus: bici, barca, campeggio, ecco cosa c'è da sapere

Mete isolate. Modalità di viaggio alternative. Percorsi da fare soli, o quasi. L’emergenza coronavirus, con i tanti timori, i numerosi dettami e, perché no, le nuove abitudini acquisite durante l’isolamento forzato, muta l’idea di vacanza. E se è vero che partire è il primo desiderio di molti, allontanarsi dalla folla è l’imperativo pressoché per tutti. Questione di sicurezza per la salute, certo, ma anche, di fatto, di gusto del soggiorno. Insomma, viaggiare “soli” si fa trend. Le opportunità e i mezzi non mancano. Si comincia dagli spostamenti: il mezzo in alcuni casi diventa l’anima stessa del viaggio.

EasyJet, attacco hacker: coinvolti 9 milioni di clienti, a rischio anche dati carte credito

Viaggi dal 3 giugno, rebus vacanze con gli amici: ammesse oppure no?



IN BICI
Il turismo in bicicletta conquista sempre più italiani. Secondo il Rapporto 2020 Isnart-Unioncamere e Legambiente sulle tendenze e l’economia del cicloturismo in Italia, lo scorso anno sono stati ben 20,5 milioni i pernottamenti di cicloturisti italiani e quest’anno si potrebbe arrivare intorno ai 26 milioni - 25,9 - con un aumento pari a circa il 26%. Facili da ipotizzare le ragioni. Il viaggio “a pedali” assicura il giusto distanziamento, consente di immergersi nella natura e stare all’aperto, è adatto al turismo di prossimità che si annuncia protagonista dell’estate, e, come sottolinea la ricerca, «rappresenta una risposta ideale al bisogno di rigenerarsi dopo una fase di disagio». Tra i fattori di “spinta”, il largo uso fatto delle biciclette per muoversi in città, in questo periodo, nonché la diffusione delle e-bike, biciclette a pedalata assistita. Sul podio delle ciclovie più amate, la Trieste – Lignano Sabbiadoro-Venezia e la Ciclovia del Garda, entrambe con il 43% delle preferenze, seguite dalla Ciclovia Tirrenica “Liguria-Toscana-Lazio, dalla Ciclovia Adriatica e dalla Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, ognuna con il 29%.

A PIEDI
Non solo bici. Tra le proposte di viaggio che destano un rinnovato interesse, pure, i cammini a piedi. Secondo un’ampia indagine recentemente condotta da Terre di Mezzo, il numero dei “camminatori” negli ultimi anni è cresciuto sensibilmente. Gli itinerari più apprezzati sono la Via Francigena, con oltre 17mila credenziali richieste, i cammini francescani, ossia Via di Francesco e Di qui passò Francesco, con 7352, la Via degli Dei, con 3800, il Cammino di San Benedetto, con più di duemila, i Cammini francigeni di Sicilia, con oltre 1400, e la Via Romea Germanica, con 652. Le idee non mancano. Camminiditalia.org, community dedicata al trekking, suggerisce itinerari regione per regione, per consentire a ognuno di scegliere al meglio scenario - e difficoltà - della sua passeggiata.
 
IN BARCA
Vacanze in barca a vela per godersi il mare “da soli”. Sono varie le realtà che consentono di noleggiare barche per crociere private, in famiglia o con un numero ristretto di amici. Mondovela, riferimento nel settore dal 1995, offre la possibilità di noleggiare la sola barca, con o senza skipper, o formule con equipaggio. Tra le mete, crociere di una settimana nell’arcipelago toscano, con partenza da Marina di Scarlino, ma anche di una o due settimane a bordo di un catamarano tra Costiera Amalfitana e Golfo di Napoli, per visitare Amalfi, Ravello, Positano, Capri, Procida, Ischia e così via. Sailogy, con oltre 22mila barche in più di 800 destinazioni nel mondo propone soluzioni ad hoc per vacanze personalizzate e, in questo momento, più flessibili in termini di prenotazione. Si spazia dalla Sardegna alla Grecia ionica, da Maiorca alle isole Vergini Britanniche e in molti altri luoghi.
 
IN CAMPEGGIO
Mutano i modi per viaggiare e pure quelli per soggiornare. Cresce l’interesse  per il campeggio. Lombardia, Toscana, Veneto e Piemonte sono le destinazioni più cercate sulla piattaforma Pitchup.com, con oltre 4200 strutture in 65 Paesi, tra le principali a livello internazionale per la prenotazione di vacanze outdoor, da piazzole per tende a yurta o casa sull’albero. La piattaforma, proprio in Italia, durante il lockdown, ha registrato un aumento del 138% di nuove adesioni da parte di gestori. Grande l’interesse degli utenti, potenziali viaggiatori. Anche qui ad affascinare è la possibilità di immergersi nella natura e mantenere il social distancing. Largo pure al glamping, “campeggio glamour”, per soggiornare nella natura ma senza rinunciare a comfort e lussi. Tra gli scenari, la campagna intorno a Grosseto: Il Sole propone varie soluzioni per l’alloggio, tra yurta, cupola geodetica e casa sull’albero.
 
IN CASA
Chi ama viaggiare solo o con pochi intimi può optare pure per le case vacanza. Forzati nella propria abitazione per le misure di contenimento del coronavirus, gli italiani non hanno trascurato di pensare alle partenze. Gli ultimi dati registrati dalla piattaforma Casa.it relativamente alle ricerche dei connazionali per case in località turistiche registrano un aumento di interesse: è quadruplicata la ricerca di case in affitto con piscina in Sicilia, Liguria e Toscana. In particolare, nelle prime due settimane di aprile, la richiesta di case con piscina a Palermo è stata sei volte più alta rispetto al periodo precedente. Tra le mete predilette, Forte dei Marmi con un aumento del 200%. Numerose pure le ricerche per case con giardino, raddoppiate in Veneto, Campania, Lazio. A Iesolo crescita del 209%. Segue Venezia con +150%.
 
IN HOTEL
Soluzioni speciali anche in hotel. Casa Fantini, boutique hotel 5 stelle sul Lago d’Orta, consente di prenotare l’intera struttura, ad uso esclusivo - sono 15 camere - per gruppi familiari o amici. Per vivere la vacanza nella sicurezza di casa ma con i servizi dell’hotel.

 
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Maggio 2020, 18:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA