Truppe Usa in Finlandia: l'avviso della Nato alla Russia (ed Helsinki compra gli F-35)

Truppe degli Stati Uniti in Finlandia: l'avviso della Nato alla Russia

di Alessandro Rosi

Sfilano indisturbati tra le strade. Sono le truppe degli Usa in Finlandia, riprese da un cittadino dalla propria auto. Nel filmato si vedono chiaramente i blindati con sopra i militari e la bandiera a stelle e strisce. Immagini che fanno impressione, se si pensa che invece a Mosca hanno marciato per la parata del 9 maggio i carri armati davanti agli occhi di Putin. Ma per quale motivo gli Stati Uniti hanno inviato i soldati in terra scandinava? Un avvertimento alla Russia? Una situazione che fa riflettere, anche perché Helsinki si prepara ad aderire alla Nato.

Russia, protesta contro la guerra: fermato dalla polizia dopo pochi secondi

Truppe Usa in Finlandia, cosa succede 

Si chiama operazione Arrow 22. È un'esercitazione dell'Alleanza in cui sono presenti anche truppe britanniche, lettoni, estoni e finlandesi. Circa 3500 soldati. Anche se è solo un addestramento, è anche un deterrente per qualsiasi aggressione russa prima che la Helsinki entri nella NATO. Seconda all'Ucraina, la Finlandia ha il più lungo confine con la Russia in Europa con 1.340 chilometri ed è diventata membro del Consiglio di partenariato euro-atlantico nel 1997, oltre ad aver aderito al programma di partenariato per la pace della NATO nel 1994.

Helsinki compra nuovi F-35

La Finlandia ha finalizzato l'acquisto per 9,4 miliardi di dollari di 64 Lockheed Martin F-35 dagli Stati Uniti. L'annuncio è stato dato lo scorso 11 febbraio e prevede la consegna dei jet entro la fine del 2030. L'accordo fornisce alla Finlandia partecipazione al programma. I jet a decollo convenzionale F-35A saranno della configurazione Block 4 e sostituiranno i caccia finlandesi F/A-18C/D, che saranno gradualmente eliminati con l'arrivo del nuovo velivolo, a partire dal 2025. Oltre a fornire alla Finlandia un quinto caccia di nuova generazione, l'accordo fornirà alle società finlandesi «vantaggi economici di ingegneria e produzione ad alta tecnologia», ha dichiarato Bridget Lauderdale, vicepresidente e program manager della Lockheed Martin F-35.

Putin, dalla parata spariscono gli aerei: il mistero dell'esibizione cancellata

Questo weekend l'annuncio se aderirà all'Alleanza

La Finlandia e la Svezia dovrebbero rivelare alla fine di questa settimana se entreranno nella NATO. Un annuncio atteso. Anche perché i due paesi nordici da decenni sono neutrali. Ma da quando Putin ha lanciato la sua invasione dell'Ucraina il 24 febbraio, tutto è cambiato. Il presidente finlandese e i deputati del paese annunceranno la loro decisione giovedì, mentre il partito di governo svedese domenica. Il presidente Sauli Niinistö e i parlamentari a Helsinki confermeranno con ogni probabilità l'ingresso del paese nell'alleanza militare occidentale il 12 maggio.

Svezia, le paure dei socialdemocratici (al potere) sull'ingresso nella Nato. Perché il 15 maggio è la data chiave

Il 76% della popolazione è a favore dell'adesione

Il 76% della popolazione in Finlandia desidera che Helsinki aderisca alla NATO. Sono questi i risultati del sondaggio condotto da Yle (quotidiano scandinavo) a maggio. Solo il 12% si oppone. Gli incerti si sono rivolti all'adesione alla NATO. Un cambio netto rispetto all'indagine condotta dallo stesso giornale a marzo, quando circa un quinto degli intervistati non era ancora sicuro della propria posizione. Secondo Jari Pajunen , CEO di Economic Research, la popolarità dell'Allenaza ha visto «un'accelerazione durante la primavera e una diminuzione dell'incertezza».

 

Ucraina, Putin: attacco preventivo, la Nato non ha ascoltato le nostre richieste di sicurezza

Anche le truppe inglesi si muovono

Circa 8.000 soldati dell'esercito britannico condurranno una serie di esercitazioni pianificate in tutta Europa quest'estate in uno dei più grandi schieramenti dalla Guerra Fredda. Le esercitazioni vedranno 72 carri armati Challenger 2, 12 cannoni di artiglieria cingolati AS90 e 120 veicoli corazzati da combattimento Warrior schierarsi in paesi dalla Finlandia alla Macedonia del Nord, dimostrando la modernizzazione dell'esercito in una forza letale, agile e globale.

«La sicurezza dell'Europa non è mai stata così importante - ha dichirato il segretario alla Difesa ingelse Ben Wallace -. Queste esercitazioni vedranno le nostre truppe unire le forze con alleati e partner della NATO e del Joint Expeditionary Force in una dimostrazione di solidarietà e forza in uno dei più grandi dispiegamenti condivisi».


Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Maggio 2022, 07:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA