Taiwan, insegnanti dell'asilo accusati di drogare i bambini per tenerli calmi. «Sostanze nello sciroppo per la tosse»

Lo scandalo è emerso a seguito di alcune denuncie alla polizia da parte dei genitori degli alunni della scuola materna "Baoren" di Tapei

Insegnanti dell'asilo accusati di drogare i bambini per tenerli calmi. «Sostanze nello sciroppo per la tosse»

I bambini accusavano sintomi strani, come crampi e sbalzi di umore, dopo che i loro maestri d'asilo gli avevano fatto bere uno sciroppo per la tosse. Il motivo? Il medicinale conteneva sostanze psicotrope, tra cui fenobarbital e benzodiazepine, in grado di provocare dipendenza.

Lo scandalo è emerso a seguito di alcune denuncie alla polizia da parte dei genitori degli alunni della scuola materna "Baoren" di Tapei City, capitale del Taiwan. Le successive indagini degli inquirenti ne avrebbero accertato la fondatezza: almeno otto alunni - secondo il Guardian - sono infatti risultati positivi alle sopra citate sostanze psicotrope, dopo i risultati delle analisi del sangue.

Il fenobarbital è di solito usato nel trattamento degli stati epilettici, mentre le benzodiazepine sono note per le loro proprietà ansiolitiche. Non è chiaro perché quei farmaci, non facilmente reperibili, siano stati somministrati ai bambini: le autorità ipotizzano che gli insegnanti abbiano cercato di usarli per sedare la loro agitazione. Il preside del Baoren e cinque insegnanti sono stati arrestati in attesa di processo.

Uno di loro è anche accusato di aver fatto ricorso alle punizioni corporali nei confronti degli alunni.

La protesta contro il sindaco

Domenica 18 giugno centinaia di persone hanno protestato davanti agli edifici governativi di Taipei, criticando il sindaco Hou You-yi per la sua gestione dello scandalo. Non si spiegano perché le autorità abbiano aspettato 22 giorni per prescrivere le analisi del sangue ai bambini, dopo le prime denuncie. «É un sindaco part-time - hanno detto molti - adesso sta pensando alla campagna elettorale».

Un recente sondaggio della Taiwan Public Opinion Foundation ha rilevato che più della metà degli abitanti di Tapei non era soddisfatta della gestione dello scandalo da parte di Hou. Quest'ultimo ha risposto che l'accaduto non dovrebbe essere trasformato in una «questione politica».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Giugno 2023, 20:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA