Ucraina, russi abbattono per errore uno dei loro superjet da 40 milioni

Dall'inizio dell'offensiva russa, in Ucraina è successo di tutto e di più all'interno delle forze armate del Cremlino. Ma l'ultimo episodio, in ordine di tempo, sfiora davvero il grottesco

La contraerea russa abbatte per errore uno dei suoi superjet da 40 milioni

di Gianluca Cordella

Vertici ammutinati, soldati in depressione, aeronautica impreparata e catena di rifornimenti approssimativa. Dall'inizio dell'offensiva russa in Ucraina è successo di tutto e di più all'interno delle forze armate del Cremlino ma l'ultimo episodio, in ordine di tempo, sfiora davvero il grottesco. In sintesi: la contraerea di Mosca abbatte uno dei suoi superjet da 40 milioni di dollari.

Andiamo con ordine. Nella notte tra domenica e lunedì inizia a comparire sulle pagine Telegram filorusse il filmato di un relitto in fiamme che cade dai cieli di Alchevsk, a Luhansk, fino a esplodere nell'impatto al suolo. I messaggi sono tutti concordi: le truppe di Mosca hanno abbattuto uno dei jet ucraini. Se non fosse che il giorno dopo arrivano inevitabilmente i video dei curiosi che si sono avvicinati al luogo dell'incidente e, sorpresa, sulla carcassa del mezzo abbattutto – la fiancata dell'aereo – è ben visibile la scritta Forze aerospaziali russe. Come se non bastasse dal numero di serie al di sotto della scritta si evince che non si tratta di un jet “qualsiasi” ma di un cacciabombardiere Su-34M, uni dei pochi modelli in dotazione alle truppe russe da 40 milioni di dollari l'uno.

Guerra in Ucraina, la Russia in difficoltà: ha già perso il 30% delle forze armate

L'errore madornale va contestualizzato. Proprio qualche giorno fa il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha ordinato alle sue difese antiaeree di dare la priorità all'eliminazione dei missili di precisione Himars che gli americani hanno consegnato a Zelensky e che stanno permettendo all'Ucraina di frenare notevolmente l'avanzata russa. Sarebbe stato proprio durante uno di questi attacchi contro le postazioni missilistiche ucraine che il caccia sarebbe stato colpito per errore. 

La ricostruzione

L'incidente è stato portato alla luce per la prima volta da Yevgeny Poddubny, che gestisce un canale filo-russo Telegram dove abbondano i video degli attacchi delle forze di Putin contro le postazioni ucraine. Domenica scorsa, ha pubblicato il filmato di una palla infuocata in caduta nei cieli di Alchevsk accompagnato dalla scritta «La difesa aerea delle forze alleate (si riferisce a quelle russe e belorusse, ndr) ha distrutto un bersaglio nel cielo sopra Alchevsk. La natura dell'obiettivo non è chiara. La palla in fiamme è caduta a terra in circa un minuto». Quando poi sono comparsi i video dei rottami il giorno dopo l'acronimo dell'aeronautica russa ha svelato l'errore.

In più sotto era visibile una cifra, il numero di serie, che terminava per 90. Secondo la Dutch Aviation Society, esiste un solo jet Su-34 il cui numero di serie termina con 90 ed è la variante Su-34M, quella altamente sviluppata. Quella, insomma, da 40 milioni di dollari. Prima dell'abbattimento di domenica, la Russia ne aveva in forze solo dieci, si tratta dei oro modelli di punta a lungo raggio, quelli che sono stati progettati per duellare con gli F15 americani. Un aereo con radar, armi e sistemi per la guerra elettronica tra i più moderni in circolazione. Ragion per cui l'aver perso un jet così avanzato è solo l'ultima umiliazione sul campo di battaglia per l'esercito di Putin, a quasi cinque mesi da quella che doveva essere una «operazione militare speciale» della durata di giorni.

 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Luglio 2022, 14:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA