Asta record per il Cimabue ritrovato in cucina: venduto a 24 milioni di euro

E' stato venduto a 24 milioni di euro il Cimabue ritrovato per caso in cucina. Il dipinto attribuito al pittore fiorentino ha trovato la sua valutazione record (24.180.000 di euro tasse comprese) in un'asta a Senlis a nord di Parigi. il "Cristo deriso" era stato ritrovato recentemente ritrovato in una casa di Compiègne, nel dipartimento dell'Oise della regione dell'Alta Francia. Era fra i quadri appesi in cucina da una famiglia locale che mai si sarebbe aspettata di avere un capolavoro. Un capolavoro al quale va anche un primato, quello del quadro più costoso mai venduto tra i dipinti anteriori 1500.

Ritrovato in una cucina

Il dipinto è stato venduto a un compratore anonimo vicino Chantilly, sempre nel Nord della Francia. L'opera, un dipinto ad uovo su fondo d'oro, è uno degli elementi di un dittico del 1280 in cui erano rappresentati su 8 pannelli delle scene della Passione. Finora, degli 8 pannelli, sono noti la «Flagellazione di Cristo» (Frick Collection a New York) e «La Vergine e il Bambino con due angeli» (National Gallery, Londra).
 
 


 
Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Ottobre 2019, 21:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA