Putin, il discorso oggi a San Pietroburgo: «È finita l'era del mondo dominato dagli Usa. Gli obiettivi in Ucraina saranno raggiunti»

Lo zar: «L'attuale situazione in Europa porterà a un'ondata di radicalismo e in prospettiva ad un cambiamento di élite»

Putin a San Pietroburgo: «È finita l'era del mondo dominato dagli Usa. Gli obiettivi in Ucraina saranno raggiunti»

Putin, il discorso a San Pietroburgo nel corso del forum economico internazionale Spief. «Gli Usa pensano di essere l'unico centro del mondo. L'era dell'ordine mondiale unipolare è finita, nonostante tutti i tentativi di conservarlo con qualsiasi mezzo. Le sanzioni contro la Russia sono folli e sconsiderate, il loro scopo è schiacciare l'economia della Federazione russa ma non non hanno funzionato. I politici europei hanno inferto un serio colpo alle proprie economie con le sanzioni. Con le proprie mani hanno danneggiato le loro economie. L'inflazione in alcuni Paesi europei ha già superato il 20%. L'attuale situazione in Europa porterà a un'ondata di radicalismo e in prospettiva ad un cambiamento di élite. L'attuale scopo della russofobia rappresenta un tentativo di isolare e cancellare una Russia ribelle verso l'Occidente». 

Dal Grano all'Ucraina: le parole dello zar

«L'Unione europea ha perso irreversibilmente la sovranità mentre le sue élite ballano con un'altra musica. La Russia accoglie con favore l'invito dell'Onu per il dialogo sulla sicurezza alimentare. La Russia - ha aggiunto Putin - non ostacola la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale, non abbiamo minato i loro porti. Tutti gli obiettivi dell'operazione speciale in Ucraina saranno realizzati. L'operazione speciale della Russia in Ucraina è la decisione di uno Stato sovrano basata sul diritto di garantire la sua sicurezza. E la chiave di questo è il coraggio e l'eroismo dei nostri soldati, il consolidamento della società russa, il cui sostegno dà forza e fiducia all'esercito e alla Marina russi, una profonda comprensione della giustezza e della giustizia storica della nostra causa, la costruzione e rafforzamento di una potenza forte e sovrana. Non sceglieremo mai il percorso dell'autoisolamento ma aumenterà l'interazione con chi vuole collaborare».

 «La carestia nei paesi più poveri sarà sulla coscienza dell'amministrazione statunitense e degli eurocrati», ha detto Putin, che ha accusato gli Stati Uniti di stampare denaro e di «accaparrarsi» cibo sui mercati globali. Promettendo che la Russia avrebbe inviato cibo in Africa e in Medio Oriente, Putin ha sostenuto che l'Ucraina non ha abbastanza grano per fare la differenza. Ma la Russia può esportare di più».

 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Giugno 2022, 16:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA