Omicron, l'onda dei positivi e l'effetto "montagna russa" in Germania e nei Paesi dell'Est

Nei Paesi dell'Est Europa sta arrivando da Ovest il boom di contagi Omicron

Video

di Mauro Evangelisti

Se guardiamo le curve dei contagi della Germania, dell'Austria, dei Balcani, di Bulgaria e Romania si vede, marcato e quasi impressionante, l'effetto "montagna russa": c'era stata un inarrestabile salita alla fine dell'estate e all'inizio dell'autunno che mostrava, in modo evidente, l'onda dei casi positivi che era partita dalla Russia, aveva raggiunto (ma la lista sarebbe più lunga) Bulgaria e Romania, aveva travolto paesi come la Serbia del tennista "No vax" Djokovic, la Croazia e la Slovenia (toccando anche il Friuli-Venezia Giulia) per poi spostarsi in Germania, Austria, Olanda e solo alla fine di questa corsa anche in Francia, Spagna e Italia.

Omicron e Covid, Bassetti: «Fuori dalla pandemia in primavera. No quarantena con booster»

Protocollo Covid per lo sport, stop squadra con 35% positivi: isolamento e test per 5 giorni per i contatti ad alto rischio

I ricoveri

Alcuni paesi avevano raggiunto numeri mai visti prima, purtroppo anche in termini di ricoveri, ad esempio la Slovenia aveva avuto 4.000 casi positivi in un giorno, molti per una Nazione che ha due milioni di abitanti. Poi, mentre il virus continuava a correre a ovest (Portogallo, Spagna, Francia e Italia), verso Est iniziava la discesa: Olanda, Germania, Austria, fino a Balcani, Polonia, Romania e Russia. Solo due settimane fa la Slovenia, per restare a quell'esempio, era scesa ad appena 600-700 casi giornalieri. In sintesi: l'ondata sembrava terminata.

La risalita

Improvvisa, però, è cominciata la risalita, perfino più travolgente, che si sta spostando da Ovest a Est, anche se ancora non ha raggiunto la Russia. La Germania è tornata a numeri altissimi, la Slovenia ha fatto toccare il record di sempre (7.420), la Serbia di Djokovic è a 13.693, la Croazia ha sfiorato quota 10.000. Lo stesso andamento è in corso più a Est, con Romania e Bulgaria che stanno rapidamente risalendo.

La spiegazione

Cosa sta succedendo? La spiegazione più plausibile è che mentre Spagna, Italia e Francia hanno affrontato contemporaneamente i due incendi - Delta e Omicron - a Est prima si è spento il rogo della Delta, ma ora sta arrivando da Ovest quello di Omicron, che sta causando un'impennata simile a quella che si era vista, ad esempio, in Sudafrica. A complicare la situazione a Est ci sono una bassa copertura vaccinale ma anche la capacità della Omicron di reinfettare chi ha già avuto la Delta. 

 
Video

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Gennaio 2022, 09:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA