Notre-Dame, il caso delle 16 statue rimosse poco prima del rogo. «Vegliavano su Parigi»

Video
di Enrico Chillè

L'ironia della sorte, molto spesso, sa essere terribilmente crudele. Nell'incendio che sta distruggendo la cattedrale di Notre-Dame a Parigi c'è una notizia che lascia sconvolti. A ridosso della guglia crollata, infatti, erano posizionate 16 statue di rame, rimosse proprio per consentire i lavori di restauro da cui sarebbe scaturito il terribile incendio. Tutto il popolo parigino, in primis, è sconvolto e addolorato per quanto accaduto. Se da un lato le statue, raffiguranti Gesù, i 12 apostoli e i simboli degli evangelisti, sono state risparmiate, dall'altro sono venute a mancare le sculture che, da sempre, vegliavano e proteggevano la cattedrale e tutta la città di Parigi.

Notre-Dame, il portavoce: brucia tutto, non resterà nulla



Notre-Dame, Canadair inutilizzabili: il getto avrebbe distrutto le vetrate

Le statue erano state rimosse poco tempo fa, per consentire i lavori di ristrutturazione all'interno della cattedrale. Secondo il programma dei lavori, precedenti al tragico incendio di oggi a Notre-Dame, le sculture in rame sarebbero dovute tornare al loro posto nel 2021.

«La corona di spine di Cristo e la tunica di San Luigi sono state salvate dalle fiamme». Così il rettore della cattedrale di Notre Dame di Parigi a Le Monde.


Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Aprile 2019, 07:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA