Moldavia, armi Nato da Londra per difendersi da Mosca. Nuovo obiettivo di Putin?

Putin punta la Moldavia? Londra le invia armi Nato per difendersi: «Potrebbe essere il nuovo obiettivo»

Il ministro Truss ha indicato che se i piani saranno adottati, i membri dell'alleanza militare della Nato forniranno armi moderne alla Moldavia, sostituendo l'equipaggiamento di epoca sovietica, e addestreranno i soldati a usarle

Armi Nato alla Moldavia tramite Londra. Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss ha rivelato in un'intervista al Telegraph che il Regno Unito ha iniziato a discutere con i suoi alleati internazionali sull'invio di armi moderne alla Moldavia affinché possa proteggersi dalla Russia e di voler vedere il Paese, che si trova a sud-ovest dell'Ucraina, «equipaggiato secondo gli standard Nato». «Putin è stato assolutamente chiaro sulle sue ambizioni di creare una grande Russia, e solo perché i suoi tentativi di conquistare Kiev non hanno avuto successo non significa che abbia abbandonato queste ambizioni», ha affermato Truss.

 

 

Armi Nato alla Moldavia: sostituiranno arsenale sovietico

Il ministro Truss ha indicato che se i piani saranno adottati, i membri dell'alleanza militare della Nato forniranno armi moderne alla Moldavia, sostituendo l'equipaggiamento di epoca sovietica, e addestreranno i soldati a usarle. La Moldavia, a sud-ovest dell'Ucraina, non è un membro della Nato e si teme che possa essere il prossimo obiettivo di Putin dopo l'Ucraina.

 

 

Jack Watling, ricercatore senior presso il think tank per la difesa e la sicurezza del Royal United Services Institute, ha dichiarato al programma Today della BBC Radio 4 che «non c'è una minaccia immediata contro la Moldavia da parte dell'esercito russo, ma c'è sicuramente una minaccia significativa da parte dei sovversivi russi con attività e azioni di destabilizzazione». Watling ha aggiunto che era «sensato costruire capacità adeguate» in modo che la Modlavia «possa stare in piedi da sola», dato che la Russia ha pubblicamente indicato di avere dei progetti su quel paese. «Vale la pena farlo ora piuttosto che affrontare il problema quando la minaccia è molto acuta», ha sottolineato.

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Maggio 2022, 12:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA