Lupo Polare, ecco il carcere nell'Artico russo dove Navalny ha trascorso gli ultimi giorni. «Quasi impossibile raggiungerlo»

Si trova a Kharp, a duemila chilometri da Mosca. La città è vicino a Vorkuta, le cui miniere di carbone erano tra le più dure nel sistema di gulag sovietici

Video

Viene soprannominata "Lupo Polare" ed è la colonia penale n.3 nell'Artico russo dove Aleksei Navalny era stato trasferito a dicembre, nel periodo di Natale. Il centro di reclusione, tra i più duri del sistema carcerario della Federazione, si trova a Kharp, nella regione autonoma di Yamalo-Nenetsk, a quasi 2 mila km da Mosca. La città è vicino a Vorkuta, le cui miniere di carbone erano tra le più dure nel sistema di gulag sovietici.

La zona più fredda d'Europa

La colonia penale IK-3 nell'insediamento di Kharp si trova in una remota regione che attraversa il circolo polare artico. È nota per i suoi inverni rigidi e comprende l’ex campo di prigionia sovietico di Vorkuta, che è la città più orientale e fredda d’Europa, a circa 100 chilometri dal sito di Kharp. «È quasi impossibile raggiungere questa colonia; è quasi impossibile persino inviare lettere lì», aveva scritto sui social media Leonid Volkov, il capo stratega di Navalny. «Questo è il livello più alto possibile di isolamento dal mondo, ed è proprio di questo che si trattava».

ll trasferimento in treno

Il processo di trasferimento dei detenuti in Russia, noto come “etap”, coinvolge i “vagonzak”, treni appositamente progettati per i prigionieri.

Questi treni hanno scompartimenti in gabbie per i prigionieri, ai quali viene fornita poca aria fresca, nessuna doccia e solo un accesso limitato al cibo o ai servizi igienici. I trasferimenti possono richiedere giorni, settimane o addirittura mesi poiché i treni si fermano e i detenuti trascorrono del tempo nelle carceri di transito. I detenuti subiscono quasi sempre umiliazioni, percosse e talvolta persino la morte per mano delle loro guardie o di altri detenuti.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Febbraio 2024, 08:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA