Generali russi «scappano dalla guerra». L'intercettazione: «Dicono di avere problemi cardiaci»

Generali russi «scappano dalla guerra». La telefonata intercettata: «Dicono di avere problemi cardiaci»

Una nuova telefonata intercettata dai servizi di intelligence ucraini fa luce sulla situazione (e sul morale) dei soldati russi in guerra. Stavolta però la conversazione non riguarda i soldati ma gli ufficiali. Che secondo le intercettazioni stanno cercando di fuggire anche loro dal conflitto in Ucraina. Come? Deponendo semplicemente le armi e lasciando i battaglioni a loro stessi. A raccontarlo è un soldato mentre parla con la moglie: la conversazione è stata intercettata dalla Sbu. La donna chiede al marito di non scappare, perché sarà considerata diserzione. 

(S) = Soldato russo (D) = Donna

(D): Vuoi andartene, o cosa?

(S): No! Il nostro comando è partito. Loro non se ne sono andati, hanno scaricato le armi, hanno detto “Non andremo a combattere”. E anche uno degli anziani se n'è andato in Russia. 

(D): Per anziani intendi il tuo comandante o cosa?

(S): Sì, sì, sì, uno dei nostri, del 4° Battaglione.

(D): *domanda incomprensibile*?

(S): Ha detto: «Non combatterò affatto. Ho problemi di cuore».

(D): Ah, al cuore. Ma  giovane per avere problemi di cuore.

(S): Questo è quanto

(D): E allora anche tu hai problemi di cuore. Hai la tiroide. Ognuno ha qualcosa. Ma se è così, allora, puoi tornare a casa prima. 

(S): Noi non siamo elencati da nessuna parte. Luogo inesistente. Credimi, non siamo elencati da nessuna parte. Come ha detto il comandante Ushakov, siamo qui come carne da macello. È una manovra distraente. Anche in Russia non è proprio considerato che noi ci troviamo qui.

 

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Giugno 2022, 11:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA