Ecco le “Sisters of the valley”, le suore hippie che coltivano cannabis in California

Indossano il velo come fossero suore e credono nel potere curativo della “cannabis” santa. Sono le “Sisters of the valley”, devote hippie con una missione nella vita: dare conforto a chi soffre, producendo e vendendo dei rimedi a base di cannabidiolo o CBD, la sostanza ricavata dalla pianta di marijuana senza effetti psicoattivi e utilizzata a scopo terapeutico. Tutti i prodotti realizzati dalle “consorelle” che non appartengono ad alcun ordine religioso ma hanno sposato i principi New age, vengono creati nell’azienda di Merced, nel nord della California, dove la canapa cresce in mezzo a soleggiati meleti e vigneti.

Il progetto, nato nel 2015 con 12 piantine, sta portando a grandi risultati: nel 2018 le vendite hanno sfiorato il milione di dollari. «Da qui ai prossimi 20 anni vogliamo avere delle nostre enclave in ogni città e provincia. Faremo di più, coinvolgeremo anche Hollywood, il “megafono” sul mondo e – avverte Sister Kate, a capo dell’azienda – stiamo pensando a una serie ironica e tagliente sulla politica, in forma di cartone animato». 

di Sabrina Quartieri

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA