Imperfetta project, a Roma un'agenzia di modelle "imperfette". «La bellezza? Un dono che abbiamo tutti»

Abbiamo assistito allo shooting a Villa Ada delle "muse" di I'mperfetta

Video

di Costanza Ignazzi

«La bellezza? Un dono che tutti abbiamo ma che non tutti esprimiamo allo stesso modo». Angelica ha 15 anni, i capelli e la pelle chiarissima: socchiude gli occhi perché, anche se a Roma la giornata è nuvolosa, la luce le dà fastidio. Angelica Aureli e sua sorella maggiore Matilde, entrambe albine, oltre a studiare lavorano come modelle e fanno parte dell'agenzia I'mperfetta, nata proprio per rappresentare bellezze diverse, che, ancora, troppo spesso, non vengono valorizzate. Insieme a loro a Villa Ada diventano protagonisti Sabrina, capelli cortissimi e grinta da vendere, Benny, Felissia e Luca, affetto da vitiligine, per uno shooting i cui scatti parteciperanno a un contest di Vogue.

I'mperfetta project, il progetto

I'mperfetta project è nata nel 2020, in piena pandemia, da un'idea di Carlotta Giancane, quarantenne salentina trapiantata a Roma. «Ho aperto una pagina Instagram che raccontava storie di imperfezione femminile - racconta - È iniziata con storie di amiche e conoscenti che non si sentivano rappresentate, poi mi sono resa conto che l'interesse cresceva sempre di più e ho capito che c'era una reale esigenza di rappresentazioni diverse da quella imperante». Così sono arrivate le "muse": ragazze plus size che erano state rifiutate da diverse agenzie e che Carlota ha iniziato a proporre alla tv e alla pubblicità. Un anno dopo, nel 2021, il primo ingaggio importante: Francesca Bruni Ercole, modella curvy, si aggiudica lo spot di X Factor. Oggi I'mperfetta conta oltre cento modelle. Come vengono scelte? «Cerchiamo di individuare delle personalità forti e coinvolgerle nel nostro progetto - racconta Giancane - poi, non ponendo nessun limite, né di peso, né di altezza riceviamo tantissime email. Per noi l'unico criterio è il talento». 

 

I protagonisti 

E a far riflettere è proprio il fatto che un progetto per valorizzare bellezze fuori dalla norma sia nato su Instagram, il regno dei filtri e delle vetrine di perfezione. «Ha dato modo a tantissime persone che finora si erano nascoste di sentirsi più forti», ci spiega la fondatrice. I commenti negativi però, purtroppo, arrivano. «Come si permette alla sua età, non si vergogna, lei è una mamma e una nonna, mi hanno detto di tutto - racconta Sabrina Spirolazzi, 59 anni, una delle muse di I'mperfetta - la cosa più tremenda è che la maggior parte di questi commenti arriva proprio dalle donne».

Benny Male, 22 anni, prima di entrare a far parte di I'mperfetta è stato rifiutato da diverse agenzie. «Mi dicevano di cambiare totalmente me stesso - racconta - di schiarirmi la pelle perché il colore del viso era diverso dal corpo, e i miei capelli erano sempre troppo ricci». Felissia Limbibi, 25 anni, fisicità curvy, non aveva mai pensato di poter fare la modella. «Quando mi hanno chiamata per il mio primo shooting non ci potevo credere - ricorda - ormai siamo nel 2023, abbattiamo gli schemi del "tu sei troppo grassa". Non è perchè ho qualche chilo in più che non posso avere le stesse opportunità degli altri». 

Il panorama

Ma il mondo della moda è davvero pronto per Angelica e Matilde, per Felissia, per Benny? I dati delle ultime sfilate sono stati additati da molti come la sconfitta della body positivity. A New York, Londra, Milano e Parigi di modelle over taglia 38 se ne sono viste ben poche, per non dire zero.

Secondo Tagwalk, motore di ricerca dell'universo moda, sui 232 nuovi volti visti ai defilé, solo due hanno fisicità diverse dallo standard, e i venti nomi che hanno sfilato di più nelle collezioni del prossimo autunno-inverno hanno tutti la stessa misura: la 38, appunto. In Italia, poi, il discorso è ancora agli albori. «Penso che le sfilate siano ancora molto restie ad aprirsi al cambiamento, il mondo della moda è quasi incastrato negli standard di bellezza imposti. La pubblicità e la moda fotografica hanno fatto invece dei grandi passi in avanti - dice Giancane - La strada per quanto riguarda la passerella è ancora molto lunga. Ma il nostro obiettivo è veder sfilare una modella imperfetta e che questo non faccia più notizia». 

«A una ragazza come me che sogna di fare la modella ma pensa di non riuscirci - chiude Angelica Aureli - direi "non nasconderti". Siamo tanti, tutti diversi, i problemi li abbiamo tutti e si possono affrontare. Sei bellissima».  

Lo shooting

Foto:
Emanuele Tetto  
Art Director: Pia Salatino
Creative Producer: Carlotta Giancane, Ginevra Santoboni 
Muse: Matilde e Angelica Aureli, Sabrina Spirolazzi, Benny Male, Felissia Limbibi , Luca MerciCarlotta Giancane Founder
Ginevra Santoboni Pr and Digital marketing manager
Brand: Alare


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Aprile 2023, 16:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA