La denuncia della bella modella Ilaria: «In Italia per sfilare devi avere la 38, io orgogliosa della mia 42»

La denuncia della bella modella Ilaria: «In Italia per sfilare devi avere la 38, io orgogliosa della mia 42»

Taglie sempre più piccole e regimi alimentari ristrettissimi: il risultato, sempre più spesso, è l’insorgere di gravi disturbi alimentari tra ragazze e ragazzi che sognano una carriera in passerella. Ilaria Capponi, bellissima modella nostrana e già protagonista di una denuncia tramite i social network, oggi a Storie Italiane di Eleonora Daniele su Rai1 ha parlato dei rischi a cui sono esposte tante adolescenti. «Più che arrabbiata sono delusa», ha raccontato Ilaria che, dopo aver superato la bulimia, si è mostrata orgogliosa di sfoggiare la taglia 42.

Modella respinta al Louvre perché troppo scollata. «Ma Picasso mi avrebbe apprezzata»



«Le agenzie di moda richiedono sempre di perdere e perdere peso – ha aggiunto –. Impongono regimi alimentari ristrettissimi, che vanno anche e soprattutto oltre il normopeso delle ragazze. Nel momento in cui ci si approccia a ragazze con una minore età e con una personalità non già affermata, si va a comprometterle a livello psicologico».



La bella modella, infine, ha spiegato che: «A coda di tutti i comandamenti c’è ‘Se avrai una 38 riuscirai a sfilare in alta moda’. In Italia funziona così, a Milano soprattutto. Capisco che ci siano canoni da rispettare, sarebbe ipocrisia non farne menzione, però dovrebbero rispecchiare l’equilibrio».
Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA