Coronavirus, da Tiffany&co un milione di dollari per l'emergenza

Coronavirus, da Tiffany&co un milione di dollari per l'emergenza

Un milione di dollari per l'emergenza coronavirus. La Fondazione Tiffany & Co. ha annunciato oggi in una nota, di aver stanziato un milione di dollari per l'emergenza Covid-19. La Fondazione destinerà 750mila dollari al Fondo di risposta di solidarietà per il Covid-19, per l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) alimentato dalla Fondazione delle Nazioni Unite, 250.000 dollari al Fondo di risposta e impatto di New York Community Trust's Nyc Covid-19. Tiffany & Co. abbinarà anche le donazioni volontarie dei propri dipendenti a qualsiasi organizzazione non profit.

Dalla Camera Nazionale della Moda Italiana 3 milioni di euro a “Italia, we are with you”, progetto con i partner cinesi
Coronavirus, morto Sergio Rossi, il re delle calzature italiane. Era ricoverato da una settimana, aveva 85 anni

«Siamo orgogliosi di supportare le organizzazioni che forniscono un aiuto immediato alle comunità colpite da Covid-19, compresa la nostra città di New York»ha detto Anisa Kamadoli Costa, presidente della Fondazione Tiffany & Co. Il Fondo di risposta di solidarietà Covid-19 per l'Oms dà la priorità ai bisogni in tutto il mondo per garantire i sistemi sanitari, soprattutto dei più deboli, sostenendo gli sforzi globali per aiutare i paesi a prevenire e rispondere alla pandemia. Il sostegno aiuterà a inviare forniture essenziali agli operatori sanitari in prima linea, consentirà ai paesi di rintracciare e rilevare la malattia, garantire l'accesso alle informazioni scientifiche per prevenire l'infezione, le cure e accelerare la scoperta e lo sviluppo di vaccini. Il Fondo di risposta e impatto di New York Covid-19 aiuta i servizi sociali senza scopo di lucro e le organizzazioni di arte e cultura. Sovvenzioni e prestiti sono concessi a organizzazioni non profit con sede a New York che stanno lavorando per soddisfare le nuove e urgenti esigenze che colpiscono la città a causa del Coronavirus. I fondi vengono distribuiti con urgenza alle organizzazioni nelle aree della città in cui la necessità è maggiore, garantendo un'ampia copertura in tutti e cinque i distretti. Verrà data priorità alle organizzazioni non profit che si occupano dell'assistenza sanitaria essenziale e dell'insicurezza alimentare, sostenendo al contempo un'ampia gamma di organizzazioni di servizi sociali e organizzazioni di arte e cultura.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 6 Aprile 2020, 21:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA