Edoardo Gallorini a Altaroma 2021 con "La signora di mezzanotte"

Edoardo Gallorini a Altaroma 2021 con "La signora di mezzanotte"

La Collezione Autunno/Inverno 20-21 di Edoardo Gallorini, La Signora di Mezzanotte, continua il percorso di ricerca di un nuovo glamour e di un ritorno all’eleganza borghese, cominciato sin dalla prima collezione del brand, per la P/E 2020.

 

Punto di partenza il film “Miriam si sveglia a Mezzanotte” (“The Hunger”) con Catherine Deneuve, sensuale vampira, che seduce con il suo fascino immortale prima David Bowie e Susan Sarandon poi. L’atmosfera decadente, i colori cupi, il mistero e l’elegante trasgressione sono i concetti rielaborati all’interno della collezione. Concetti questi che si ritrovano in un’altra ispirazione, la descrizione della Monaca di Monza fatta dal Manzoni nei Promessi Sposi.La “bellezza sbattuta, sfiorita e, direi quasi, scomposta”, la “svogliatezza orgogliosa”, quel qualcosa “di studiato o di negletto” sono tutti elementi che si ricollegano al concetto chiave del brand, racchiuso nell’ormai iconico titolo “L’Erotica Noia Borghese”.

 

 

 

I materiali della collezione sono tutti naturali e pregiati. I tessuti uniti provengono da avanzi di magazzini, dalle lane di lanifici soprattutto veneti alle pelli che arrivano da scarti di produzione nella Riviera del Brenta, mentre le sete stampate sono prodotte nel territorio di Como, zona d’eccellenza per la lavorazione di quella materia. Le forme e le vestibilità passano dai tubini aderenti, alle giacche sartoriali alle camicie avvolgenti che si adattano ed esaltano qualsiasi corpo femminile. Le stampe, da sempre elemento riconoscibile del brand, sono originali ed esclusive. La palette è composta da quattro grandi blocchi colore, avorio, nero, blu notte e verde, intervallati da momenti vibranti come il fucsia, a blocchi più delicati come il fango o il rosa polvere.

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Febbraio 2021, 19:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA