Coronavirus, Gucci dona oltre un milione di mascherine e 55mila camici: l'aiuto per fronteggiare l'emergenza

Coronavirus, Gucci dona oltre un milione di mascherine e 55mila camici: l'aiuto per fronteggiare l'emergenza

In piena emergenza coronavirus, Gucci ha scelto di aiutare l'Italia donando materiale sanitario indispensabile soprattutto per chi è in prima linea. Il famoso marchio, rispondendo all'appello all'industria della moda da parte della Regione Toscana, ha deciso di donare 1.100.000 mascherine e 55.000 camici (prodotti dalla filiera Gucci) che, previa autorizzazione delle autorità competenti, saranno consegnate nei prossimi giorni.

Leggi anche > Coronavirus, Tomaso Trussardi a Bergamo con Michelle Hunziker e le figlie: «Così posso aiutare la mia città»

Lo annuncia un comunicato distribuito da Kering, che riassume gli sforzi del gruppo francese che controlla Gucci, in risposta all'emergenza Covid-19. L'iniziativa si aggiunge alle altre intraprese da case di moda e da personaggi di fama internazionale. Giorgio Armani ha dato un milione e 250mila euro agli ospedali di Milano e di Roma, mentre Tomaso Trussardi ha avviato una raccolta fondi per la città di Bergamo. 

Le mascherine sono un bene introvabile e prezioso e Gucci ha scelto di realizzarle e dirottarle a chi ne ha più bisogno. Stesso discorso per i camici. Molti medici, infatti, hanno lamentato lo scarso approvvigionamento.  
Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Marzo 2020, 16:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA