Tumore al seno, quest'anno più di 2mila donne lo scopriranno in ritardo per l'emergenza Covid

Tumore al seno, quest'anno più di 2mila donne lo scopriranno in ritardo per l'emergenza Covid

É iniziato con qualche giorno di anticipo il mese di sensibilizzazione sulla prevenzione del tumore al seno di Komen Italia, tradizionalmente ad ottobre, con la pandemia che ha rallentato i controlli tanto che più di 2.000 donne che nell'anno precedente avrebbero ricevuto una diagnosi in fase iniziale quest'anno scopriranno di avere la malattia più avanti. Il mese della prevenzione si è aperto qualche giorno fa con Corri la tua Race - iniziativa europea che ha coinvolto 750 città e 40mila partecipanti - e con la Carovana della prevenzione in cui sono state effettuate in tre giorni 200 visite specialistiche. È stata poi avviata una collaborazione con il Mibact grazie alla quale coloro che effettueranno una donazione tra il 27 settembre e il 31 ottobre potranno accedere gratuitamente ad un museo statale, esibendo la ricevuta della donazione. E, grazie alle Gallerie degli Uffizi di Firenze, durante il mese della prevenzione sarà protagonista la Venere di Botticelli, simbolo universale della bellezza femminile.

Tumori, guarisce il 50% delle donne e il 40% degli uomini in Europa. «Cure sempre più mirate»

Prevenzione dei tumori al seno, partita la campagna "Nastro rosa" 2020

Latina, tumore al seno, con il Covid è diminuita la prevenzione: iniziativa dell'Andos sabato a Sermoneta

«Ottobre - spiega il professor Riccardo Masetti, Presidente di Komen Italia - è da sempre dedicato alla prevenzione dei tumori del seno e quest'anno la sua celebrazione assume un significato particolarmente importante perché purtroppo nei primi 5 mesi la pandemia ha rallentato, anzi fermato completamente, gli screening. Ci sono stati 1.400.000 esami in meno, e ciò vuol dire che più di 2.000 donne con tumore al seno che nell'anno precedente avrebbero ricevuto una diagnosi in fase iniziale quest'anno scopriranno di avere la malattia più avanti nel tempo, quando il tumore sarà in uno stadio più avanzato e più difficile da curare» . Attraverso il sito prevenzione.komen.it, si potrà donare, ricevere informazioni e diventare Ambasciatore della Prevenzione. Tutti i donatori potranno ricevere a casa il Ribbon Rosa, il fiocco rosa simbolo di Komen Italia e della lotta ai tumori del seno. Anche le giocatrici della AS Roma saranno Ambasciatrici della Prevenzione. Il club, attraverso la fondazione Roma Cares, ha infatti realizzato una patch dedicata nella maglia ufficiale che le calciatrici indosseranno il 3 ottobre nella partita contro il Verona e poi per l'intero campionato.


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre 2020, 16:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA