Compie 60 anni la pillola anticoncezionale, cardine della liberazione delle donne
di Alessandra Spinelli

Compie 60 anni la pillola anticoncezionale, cardine della liberazione delle donne

Osteggiata dallo Stato e soprattutto dalla Chiesa cattolica, in Italia ci volle addirittura l'abrogazione di una legge, la 553 del codice penale, per  farla diventare legale. E stiamo parlando del 1978, anche se due anni prima il ministero della  Sanità aveva ammesso il suo uso, dopo che era stata accettata nove anni prima ma solo per fini terapeutici. Però la piccola contraccettiva  era nata molto prima: il 10 maggio 1960  - sì esattamente 60 ani fa - arrivò sugli scaffali delle farmacie americane, approvata dalla Fda. Una vera rivoluzione non solo nella storia della medicina e delle scoperte scientifiche del '900 ma anche del costume, della società. Nonché ovviamente un cardine della liberazione della donna che non a caso alla fine di quel decennio diventava elemento fondamentale dei movimenti del '68 e in particolare del movimento femminista.

Menopausa, sdoganata la pillola che combatte vampate, osteoporosi, insonnia e depressione

Contraccettivi, arriva la pillola anticoncezionale da prendere una volta al mese

LA STORIA
Gli ormoni come possibilità anticoncezionale si studiavano già dagli anni Trenta del Novecento ma sin dal 1914 sulla rivista Woman Rebel ll'infermiera americana Margaret Sanger  aveva espresso la necessità di un'azione per il controllo delle nascite. Ma  il  controllo delle nascite era proibito e nei paesi cattolici, come l'Italia, era  addirittura illegale. .Si deve ancora a lei decisamente all'avanguardia anche nel fondare la  Planned Parenthood of America la svolta: nel 1950 incontrò la miliardaria Katherine McCormick. L'erediteria mise sul piatto quasi due milioni di dollari, le due «scovarono due improbabili medici con un piccolo laboratorio: Gregory Pincus, un biologo soprannominato “Dr. Frankenstein”, per aver effettuato con successo una fecondazione in vitro di un coniglio nel 1934, e John Rock, un medico cattolico e conservatore, specialista in fertilità» come si legge nella loro storia  Nacque così il medicinale Enovid, definito contro i disturbi mestruali, con la dicitura sulla confezione: «Questo medicinale eviterà l'ovulazione». In meno di due anni vendette  più di mezzo milione di confezioni .

La pillola contraccettiva, che in Europa sarebbe arrivata nel '61, agisce grazie alla combinazione di piccole quantità di un estrogeno e di un progestinico: l'assunzione quotidiana di questi due ormoni inibisce gli eventi ormonali che inducono l'ovulazione.  Rispetto agli anni d'esordio, il contenuto della pillola è profondamente cambiato con la sintesi di nuovi progestinici, il progressivo ridursi dei dosaggi e soprattutto la diminuzione degli effetti collaterali. Oggi è utilizzata da più di 100 milioni di donne nel mondo, in Italia è circa il 16% della popolazione femminile fertile ad utilizzarla.

Ma al di là delle cifre è nell'utilizzo che la pillola è stata al centro in questi 60 anni di una lunga storia di lotta femminile, pregiudizi, battaglie ideologiche. E' alla donna, e alla sua autodeterminazione che viene data  la libertà/facoltà di prenderla e quindi,  non delegando all'uomo nessuna azione contraccettiva, di essere libera o meno di rimanere incinta.Un passo avanti notevole, se pensiamo alle nostre nonne legate alla maternità e alla casa a filo doppio. «Il corpo è il mio e lo gestisco io», slogan storico delle femministe  definiva il libero arbitrio. Ora si poteva fare l'amore o sesso senza preuccupazioni e pensare anche a studiare e a lavorare e anch ea mettere su famiglia quando si decideva da sole. Non fu facilissimo. E la storia contrastata della pillola incrocia quella non meno rivoluzionaria dei consultori, nati per favorire la contraccezione, informando ed educando le donne. Ora i  consultori, sempre meno in Italia, sono rimasti avamposto educativo per le generazioni di oggi che godono di diritti conquistati spesso a suon di battaglie , manifestazioni e spesso arresti .


Ultimo aggiornamento: Sabato 9 Maggio 2020, 19:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA