Un occidente prigioniero, la crisi dell'Europa profetizzata da Milan Kundera
di Paola Pastorini

Un occidente prigioniero, la crisi dell'Europa profetizzata da Milan Kundera

Due discorsi di Milan Kundera che profetizzano la crisi dell’Europa. Sono riuniti in Un occidente prigioniero. Nel primo, La letteratura e le piccole nazioni, 1967, lo scrittore ceco, 93 anni, sostiene che solo i valori culturali possono salvare le identità, minacciate dai “vandali”, ovvero dagli intellettuali di regime. Nel secondo Un occidente prigioniero, 1983, accusa l’Occidente di non essersi ribellato alla sparizione di Polonia, Ungheria e Cecoslovacchia, “inghiottite” dall’Urss.

 

Milan Kundera, Un occidente prigioniero, Adelphi, 85 p, 12 euro 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Maggio 2022, 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA