“Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social”: esce in libreria il volume di Clelia Patella, virtuosa dell'autoscatto

“Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social”: esce in libreria il volume di Clelia Patella, virtuosa dell'autoscatto

Da anni gira incessantemente musei, vernissage e fiere fotografandosi con quadri, sculture e installazioni, creando in ogni occasione “un’opera nell’opera”. Clelia Patella, giornalista e art influencer, ha raccolto questa attività in un intensissimo volume, “Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social” (edizioni Ultra), del quale Vittorio Sgarbi firma la prefazione.
 
 

“Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social” è il racconto in prima persona della messa a punto progressiva di un nuovo modo di raccontare l'arte, che di fatto nasce dall'idea di comprimere al massimo immagine e linguaggio, sino allo spazio di un solo fotogramma, in cui è condensata la più alta quantità di narrazione possibile intorno all'arte.Un dialogo a tu per tu con l’arte, ma anche con gli artisti. Il libro è infatti anche una lunga chiacchierata con autori di ogni tempo e di ogni luogo. Ecco che appaiono Auguste Sander, Grant Wood, John D’Andrea e Walter Benjamin solo per citarne qualcuno. “Vorrei che le persone che mi guardano dialogare con le opere decidessero di andare a vederle dal vivo – aggiunge l’autrice -  perché quello che ho fatto li ha divertiti, o li ha irritati, o affascinati: non ha importanza. Mi piacerebbe far venire voglia anche agli scettici di andare nei musei. Ritornando poi a casa magari credenti, come me dopo la visita alla Gioconda”.

Una biografia ma anche un manuale d’istruzioni per chi, come Clelia Patella, vuol raccontare l’arte attraverso lo strumento di comunicazione privilegiato da un’intera generazione, il selfie. Questa la provocazione di Luca Telese che ha moderato la presentazione del volume presso RED LaFeltrinelli. Sparring partner dell’autrice il giornalista e critico d’arte Andrea Dusio che, dialogando con gli ospiti in sala, futuri lettori, ha parlato del “SelfieadArte” come nuovo volano di comunicazione per curatori e galleresti, quasi un’azione di marketing da non lasciarsi sfuggire.
Mercoledì 3 Luglio 2019, 19:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA