Roberto Alajmo, la donna scomparsa e l’investigatore indolente
di Totò Rizzo

Roberto Alajmo, la donna scomparsa e l’investigatore indolente

Uomo di nessuna qualità, di inerte tiepidezza verso la vita, il metronotte Giovà si trasforma suo malgrado in investigatore, assoldato dall’anziano boss di una periferica borgata palermitana per far luce sulla misteriosa scomparsa di una ragazza. Grottesco e agrodolce si fondono nel romanzo con cui Roberto Alajmo, dopo il potente squarcio familiare de L’estate del ’78, torna al suo registro raccontando Palermo con lieve spietatezza, con conversevole scomodità. Ironizzando anche un certo “giallismo” localistico che spadroneggia sugli scaffali italiani da decenni.

 

Roberto Alajmo, Io non ci volevo venire, Sellerio, 302 p, 15 euro


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Giugno 2021, 09:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA