Regina Victoria, corona e passione: il nuovo romanzo di Antonio Caprarica
di Paola Pastorini

Regina Victoria, corona e passione: il nuovo romanzo di Antonio Caprarica

Inviato Rai in Gran Bretagna, royal expert e scrittore, Antonio Caprarica è uno dei massimi depositari della storia e dei retroscena della famiglia reale inglese. Il nuovo romanzo, La regina imperatrice, alla terza ristampa, narra gli anni cruciali della regina Victoria, dal 1870 al 1877, quando divenne imperatrice.
Tre aggettivi per la regina Victoria?
«Testarda, tenace e dominata dall'ossessione dell'amore. Familiare, coniugale, dei sudditi. Idolatrava il marito Albert, di cui ammirava la bellezza».
Victoria ed Elisabetta II. Quale regina è più moderna?
«È indiscutibile che l'epoca vittoriana è stata capitale per la Storia e che Victoria è andata in gol più di Elisabetta II. Victoria ha creato un impero ed Elisabetta lo ha smantellato, ovviamente tenendo conto dei periodi diversi e della lunghezza del loro regno. Tutte due sono innamoratissime del marito, tutte e due con seri problemi con i figli. Victoria è stata più fortunata con le nuore: Diana per Elisabetta è stata una sfida ulteriore. Di certo poi Victoria, comparando sempre le epoche diverse, è stata più moderna della pro-pronipote. A partire dal parto con l'anestesia, per esempio, che pubblicizzò facendolo diventare pratica corrente».
Lei manda sempre i suoi libri alla regina Elisabetta?
«Sì, non posso giurare che li legga subito. Spero che lo faccia quando sarà in pensione. Non che abbandoni la corona, ma con una reggenza a Carlo che consenta a lei di conservare il trono e al figlio di regnare».

riproduzione riservata ®
Martedì 7 Gennaio 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA