“Madrigale senza suono”, il romanzo di Andrea Tarabbia

“Madrigale senza suono”, il romanzo di Andrea Tarabbia

Gesualdo da Venosa, principe madrigalista vissuto a cavallo tra Cinque e Seicento, riscoperto da Stravinskij e su cui Bertolucci aveva in progetto di film, è il centro attorno cui ruota il «congegno ipnotico» di “Madrigale senza suono” (Bollati Boringhieri) di Andrea Tarabbia, vincitore del Premio Campiello. Romanzo «gotico e sensuale» secondo la definizione dello stesso autore. «Attraverso Gesualdo racconto il rapporto tra il bene e il male, tra il bianco e il nero» in una trama che lambisce gli incerti confini «tra delitto e genio». 

Andrea Tarabbia, Madrigale Senza suono, Bollati Boringhieri, 
384 pp., 16,50 euro

Martedì 1 Ottobre 2019, 10:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA