Animali in guerra, vittime dimenticate
di Stefania Cigarini

Animali in guerra, vittime dimenticate

Compagni d'arme e vittime, come gli uomini, della insensatezza della guerra. Lo storico Vincenzo Di Michele punta l'attenzione sugli animali che vennero impiegati nelle due Guerre Mondiali. Dai cavalli e muli distrutti dagli sforzi, ai cani e gatti kamikaze che, imbottiti di esplosivo, venivano fatti saltare sotto i carri armati o lanciati sulle navi nemiche.



I piccioni portaordini abbattuti dai cecchini, gli orsi collaudatori per i sedili eiettabili, i bovini mandati sui campi minati per aprire un varco. Non una riflessione a-storica, né animalista tout court, ma un modo per interrogarsi su sacrifici, ingiustizie e follie umane.

Vincenzo Di Michele, Animali in guerra, vittime innocenti, Il Cerchio, 224 p, 12 euro

Martedì 30 Aprile 2019, 08:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA