“Irriducibili Pentecostali", il libro storico di Marina Pagano che racconta la storia del movimento cristiano

“Irriducibili Pentecostali", il libro storico di Marina Pagano che racconta la storia del movimento cristiano

di Emilio Orlando

Una feroce persecuzione che precedette di pochi anni l'entrata in vigore delle leggi razziali e che culminò con la fuciliazione di un credente durante l'eccidio delle “Fosse Ardeatine”. Era il 9 aprile del 1935 quando, in uno dei momenti più bui e drammatici della storia italiana e mondiale, sotto il governo fascista di Benito Mussolini, venne diffusa la circolare “Buffarini - Guidi”, che prendeva il nome dall'allora sottosegretario al Ministero dell'Interno, Guido Buffarini Guidi membro del partito fascista repubblicano, fucilato a Milano il 10 luglio del 1945 dopo la sentenza di condanna a morte emessa da una Corte d'Assise straordinaria. La direttiva, diramata in tutte le prefetture italiane dell'epoca e nelle questure, autorizzava di fatto una delle più atroci e assurde persecuzioni religiose in Italia prima di quelle che riguardarono gli ebrei. Quella circolare sopravvisse per vent’anni fino al 1955 e non fu facile farla abrogare anche dopo la Liberazione. L'opera dell'autrice Marina Pagano conduce il lettore in un viaggio nella storia del movimento pentecostale italiano dove, attraverso l'esame di documenti storici provenienti dall'Archivio Centrale dello Stato, le storie di vita dei pionieri del movimento delle “Assemblee di Dio in Italia” e dei pastori delle piccole comunità che nascevano su tutto il territorio nazionale. Una sopraffina narrazione storica e telogica tra la drammaticità e il dolore della persecuzione, fino all'intesa con lo Stato italiano raggiunta il 29 dicembre 1986. ( Nell'immagine in basso il particolare di uno dei capitoli del libro).

Memorie romane fra storia e cronaca. La “Città Eterna” tra modernità e tramonto.

“In nome del popolo televisivo”; da Cogne ai giorni nostri scritto da un giudice e da una giornalista

Dossieraggi ordinati dai prefetti del fascismo, rapporti della polizia segreta del regime, informative alle Procure e segnalazioni di spie pagate dal governo mussoliniano, tra gli atti fino ad ora inediti, che l'autrice ha pubblicato nell'opera “Irriducibili Pentecostali” edita da “NeP Edizioni”. La prefazione del testo è stata curata dal professor Gaetano Lettieri, ordinario di “Storia del Cristianesimo e delle Chiese” e “Direttore del Dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo Università di Roma «La Sapienza»”, insieme alla dottoressa Gabriella Liberati, 1° Ricercatore senior del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)” e  “Membro del Consiglio Scientifico dell' Associazione Karol Wojtyla”. L'autrice del volume è nata a Roma nel 1968, pentecostale di terza generazione si è laureata con lode in “Lettere e Filosofia alla Sapienza”, indirizzo archeologico, con una tesi in “Storia del Cristianesimo sui Pentecostali”. Per 17 anni è stata editor presso l’Ufficio Storico della Marina Militare, curandone la revisione dei libri e il “Bollettino d’Archivio”. Collabora con la rivista “Storia Militare” con articoli di argomento storico-navale ed è redattore della rivista “Lega Navale”. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Luglio 2022, 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA