Giulio Cesare, condottiero con la corazza sotto la toga
di Marco Castoro

Giulio Cesare, condottiero con la corazza sotto la toga

«I fatti si scrivono per conservarne la memoria. Sono dialoghi per comprendere i caratteri degli uomini, tessuti nella trama delle parole». Cristoforo Gorno indossa la toga e racconta, come in un’autobiografia, la vita di Giulio Cesare. Quella vita che è «un lancio di dadi» e che il padre dell’Impero sviscera in un memoriale al figlio Gaio Ottavio, il futuro Augusto. Cesare sa bene che sta andando incontro a una morte violenta. «Ti chiamerai Cesare Ottaviano... Ti do un ultimo consiglio: tu non fare come me, tieni la corazza sotto la toga».

Cristoforo Gorno, Io sono Cesare, Ed. RaiLibri, 532 p, 20 euro
Martedì 28 Maggio 2019, 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA