“Il giallo del gallo”, un rompicapo per il pigro Mineo. Le "indagini involontarie" del commissario creato da Bozzi, l'autore di Fiorello
di Paola Pastorini

“Il giallo del gallo”, un rompicapo per il pigro Mineo. Le "indagini involontarie" del commissario creato da Bozzi, l'autore di Fiorello

Il commissario Saverio Mineo trascorrerebbe volentieri le giornate leggendo la Gazzetta dello Sport e oziando. Ma sul tavolo ha diverse questioni da dirimere. Innanzitutto l’imbrattatore anonimo che sporca i muri della sua cittadina siciliana con la scritta 800A. E poi tre delitti con addirittura l’ombra di un vampiro, per non parlare di un gallo da combattimento molto aggressivo. È Il giallo del gallo di Francesco Bozzi. Sceneggiatore, storico autore di Fiorello, Bozzi scrive per tv e radio ed è alla sua seconda prova con il commissario Mineo. Il suo personaggio è stato definito «l’anti-Montalbano»: un antieroe svogliato, rabbioso e pavido, ma capace di capire le persone perché ne condivide i difetti. 

 

 

Francesco Bozzi, Il giallo del gallo, Solferino, 304 p, 18 euro


Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Luglio 2021, 13:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA