Garibaldi, corruzione e tradimento: Alfio Caruso rivela gli aspetti nascosti della fine del Regno delle Due Sicilie
di Paola Pastorini

Garibaldi, corruzione e tradimento: Alfio Caruso rivela gli aspetti nascosti della fine del Regno delle Due Sicilie

Il 5 maggio 1860 Garibaldi partì con i suoi Mille da Quarto, per fare l’Italia. Quando sbarcò a Marsala, il Regno delle Due Sicilie rappresentava ancora la più grande e longeva realtà dell’antico regime, eppure in soli sei mesi si dissolse.



Alfio Caruso nel libro Garibaldi, corruzione e tradimento, narra l’impresa dei Mille tra eroismi, congiure di palazzo, spie e diserzioni prezzolate. Dalla leggendaria incapacità del luogotenente Lanza, alle mille indecisioni di Francesco, i cuoi ministri e cortigiani erano spesso a libro paga di Cavour.

Alfio Caruso, Garibaldi, corruzione e tradimento, Neri Pozza, 320 p, 18 euro.
Ultimo aggiornamento: Martedì 5 Maggio 2020, 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA