Fondazione Francesca Pirozzi, «Parliamo di cibo»: il libro per finanziare la ricerca oncologica

Il libro racchiude i pareri di medici, nutrizionisti, chef e produttori

Fondazione Francesca Pirozzi, «Parliamo di cibo»: il libro per finanziare la ricerca oncologica

Dal dramma alla rinascita. Papà Marco Pirozzi, dopo aver perso la figlia Francesca a soli 24 anni per un linfoma Non-Hodgkin, ha cercato di tenere alto il suo ricordo creando la Fondazione Francesca Pirozzi, che dà voce al tema più importante per Francesca: l’alimentazione. In occasione del Natale, in tutte le librerie e negli store online, è disponibile “Parliamo di Cibo”, il nuovo strumento della Fondazione per finanziare l’ultima fase del progetto di ricerca oncologica, portato avanti da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Urbino.

Il libro, maratona di parole per una sana alimentazione, racchiude i pareri di medici, nutrizionisti, chef e produttori che, in un viaggio di 27 capitoli, raccontano il cibo come progetto di vita. 

Tante le questioni affrontate, tra cui: come influisce l’alimentazione sulla nostra salute? Nella tavola moderna possono coesistere tradizione culinaria ed esigenze salutistiche? Come può un territorio incentivare la biodiversità? Cos’è davvero il biologico in Italia oggi? Scegliere un’alimentazione vegetariana o vegana significa rinunciare al gusto? Il cioccolato è un alimento demoniaco o paradisiaco?

«Questo libro, nato da un evento dove in salotti tematici vari esperti hanno parlato di cibo, non era previsto, ma ho tenuto a dargli forma perché credo sia ricco di spunti e contributi preziosi che offrono risposte a tante domande sull’esperienza alimentare e su quali siano le accortezze per viverla al meglio. Ho scelto l’avvento del Natale perché in questa festività sono racchiusi tutti i valori alla base del libro: antiche tradizioni, convivialità e solidarietà» dichiara Pirozzi.

“Parliamo di Cibo” è pensato da Marco come regalo per chi si vuole bene, è una sorta di nutrimento di consigli e nozioni utili a migliorare la propria esperienza alimentare.

«Ogni settimana vado in laboratorio dai ricercatori che mi aggiornano sull’avanzamento delle fasi della sperimentazione - spiega papà Pirozzi – Aiuto la ricerca in nome di mia figlia. Grazie alle numerose donazioni e alla generosità di moltissimi imprenditori, siamo quasi in dirittura di arrivo. Abbiamo ottenuto dei risultati importanti e siamo vicini ad accendere una luce di speranza, decisiva per le problematiche oncologiche».

E' possibile acquistare il libro e ricevere tutte le informazioni sulla Fondazione: https://fondazionepirozzi.it


Ultimo aggiornamento: Domenica 12 Dicembre 2021, 17:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA