Sempre Felice per la Lazio. Pulici, portiere gentile con il cuore biancazzurro
di Enrico Sarzanini

Sempre Felice per la Lazio. Pulici, portiere gentile con il cuore biancazzurro

La storia di un autentico numero uno raccontato attraverso aneddoti inediti. Questo e molto di più è Per sempre Felice. Pulici, una vita da numero 1, il libro dedicato al portiere del primo scudetto laziale nel 1974, che fa parte della collana Lazialità, nato da un'idea di Guido De Angelis.
Giocatore, dirigente e responsabile del settore giovanile, la storia di Felice Pulici, scomparso lo scorso dicembre dopo una lunga malattia, si intreccia con quella della Lazio al quale l'ex calciatore ha dedicato gran parte della sua vita. La sua carriera, le sue emozioni, i suoi desideri, i suoi amici, il calcio, la famiglia, la religione, l'altruismo come ragione di vita.



A raccontare questa bellissima storia Emiliano Foglia che nel giorno della presentazione, oltre agli ex compagni dello scudetto del 1974 di Pulici, ha riunito tantissimi personaggi che hanno fatto la storia della Lazio tra cui il mito del calcio italiano Dino Zoff. Racconta Foglia «Zoff è una leggenda, è stato il nostro presidente e quando me lo sono trovato davanti è stata un'emozione pazzesca, lui mi ha cominciato a raccontare i suoi ricordi di Felice, ricordi di tanti anni fa da giocatore». Ma c'è stata una cosa che lo ha colpito in particolare: «Il fatto che Zoff ammirasse a cento metri di distanza la figura di Felice; per lui era il prototipo di portiere, lo considerava al suo stesso livello».

riproduzione riservata ®
Martedì 16 Aprile 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA