Flora, quando piangere significa tornare in vita
di Stefania Cigarini

Flora, quando piangere significa tornare in vita

Flora le ha insegnato a piangere, di nuovo. «Io avevo smesso. Succede quando eventi traumatici ci bloccano le emozioni. A me è capitato e si rischia di ammalarsi», parola di Catena Fiorello, che ha appena concluso il nuovo romanzo - Tutte le volte che ho pianto (Giunti) - non nascondendo quanto la sua scrittura sia stata catartica. Una trentaseienne manda all’aria il matrimonio con un marito troppo spesso fedifrago, ma non ha il coraggio di dimenticarlo, né di concedersi una nuova vita. Finché, in una Messina d’autunno, arriva Leo. Un romanzo di passione e commozione, proprio mentre il precedente lavoro - Picciridda (2017) - sta per diventare un film.

Catena Fiorello, Tutte le volte che ho pianto 272 p, 16 euro; ebook 11,99



Ultimo aggiornamento: 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA