L’arbitro di Borg e McEnroe Di Stefano racconta gli anni '80 del tennis e svela i segreti dei campioni

L’arbitro di Borg e McEnroe Di Stefano racconta gli anni '80 del tennis e svela i segreti dei campioni

Un tuffo nel tennis anni '80, con racconti inediti e siparietti con campioni del calibro di Borg, McEnroe, Panatta, Lendl, Vilas. E poi gli anni '90, gli anni Duemila e oltre 5000 partite arbitrate. La storia di Peppino Di Stefano, caprese doc, uno degli arbitri internazionali più famosi del mondo, diventa libro per regalare agli appassionati le magiche atmosfere di quegli anni in cui il tennis stava diventando, da sport d’elite a meraviglioso fenomeno di massa. Peppino Di Stefano è per tutti l’altro Peppino di Capri, senza mai fare ombra al grande cantante isolano. Una bandiera dell’Isola Azzurra, innamorato del tennis e stimato dai campioni. McEnroe ha fatto con lui l’unica foto con un arbitro di tennis, lui che era da sempre in guerra con gli arbitri. Deliziosa la prefazione di una leggenda del tennis come Nicola Pietrangeli.

Sotto la sedia, Peppino Di Stefano, Marco Caiazzo, Marco Lobasso, 
LeVarie, 224 p, 12,50 euro


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre 2020, 10:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA