Con Angela Iantosca nel mondo della droga: la linea che divide le vite. Oggi la presentazione a Roma

Con Angela Iantosca nel mondo della droga: la linea che divide le vite

di Alessandra De Tommasi

Per raccontare le piazze di spaccio italiane, la giornalista Angela Iantosca ha trascorso mesi interi sul campo. Da quelle indagini è nato Una sottile linea bianca (Perrone Editore), viaggio attraverso 15 storie di ex tossicodipendenti, usciti puliti dalla comunità di San Patrignano. Per la prima volta lo racconta al pubblico di Roma.

Cos’è la sottile linea bianca?
Non solo la striscia di cocaina ma la metafora di quel labile confine che separa le nostre vite perfette da quelle dei tossicodipendenti. Le loro storie non sono sempre così diverse dalle nostre perché non sono solo figli della disperazione, del disagio sociale, delle periferie. Hanno esistenze normali, ci vivono accanto o sotto il nostro stesso tetto, anche quando preferiamo non vedere.

Una storia che l'ha colpita?
Un ragazzo napoletano che ha cominciato a drogarsi quando a 16 anni lo hanno portato a riconoscere il cadavere del padre che si era suicidato. O un uomo di Pomezia con una doppia vita: di giorno imprenditore, di notte spacciatore.  

Perché questo libro è un'occasione importante per un genitore?
Muccioli, fondatore di Sant’Egidio che quest’anno compie 40 anni, diceva che la droga è solo la punta dell’iceberg di un male di vivere interiore. Se un figlio si droga, il problema non si risolve facendolo solo disintossicare, ma provando a scavare per capire le ragioni. 

Cosa si stupirebbe la gente di sapere su questa comunità?
Il 70% dei ragazzi che finiscono il percorso non torna a drogarsi. Senza cellulare e pc, si torna a scrivere con carta e penna, per un anno non si vede la famiglia, si è obbligati a stare sempre in compagnia. Un lavoro doloroso ma necessario.

Ha condiviso indagini con la polizia, fatto appostamenti e salita sulle volanti.  
Ho visitato le piazze di spaccio più volte da sola o con le Volanti e la Squadra Mobile. Una esperienza intensa che mi ha aperto gli occhi su mondi che spesso ignoriamo, centinaia di migliaia di persone che ogni anno in Italia spendono in media 14miliardi di euro per la droga.

Una sottile linea bianca, Angela Iantosca, IBS, via Nazionale 252-255, 05/06 ore 18, ingresso libero, 06540901


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Giugno 2018, 08:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA