Andrà tutto bene: da Stefania Auci a Massimo Gramellini, gli scrittori italiani per l'ospedale di Bergamo
di Paola Pastorini

Andrà tutto bene: da Stefania Auci a Massimo Gramellini, gli scrittori italiani per l'ospedale di Bergamo

In questo tempo sospeso un nutrito gruppo di autori italiani e stranieri si sono interrogati sul senso della vita e di questa pandemia. Da Stefania Auci a Gianni Biondillo, da Donato Carrisi a Massimo Gramellini, da Jhumpa Lahiri a Clara Sánchez, da Marco Vichi, Andrea Vitali. Chi si interroga su sé, chi sui vicini, chi sui propri animali, chi sul tempo. Garzanti ha riunito queste riflessioni nella raccolta Andrà tutto bene, il cui ricavato va all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Dal 14 maggio in libreria.

Autori vari. Andrà tutto bene. Gli scrittori al tempo della quarantena. Garzanti, 352 p, 15 euro
Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Maggio 2020, 10:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA