Torino invasa dai turisti, ma il bello deve ancora venire. Sale la febbre da Eurovision: boom di prenotazioni

Torino invasa dai turisti, ma il bello deve ancora venire. Sale la febbre da Eurovision: boom di prenotazioni

Quasi 50mila visitatori per il ponte del 25 aprile, ma dal 10 al 14 maggio le prenotazioni sono a un +31% rispetto alla normalità

Torino si ripopola. Dopo il lungo stop a viaggi e spostamenti, a causa della pandemia da Covid, ecco che in città tornano i turisti. Ma il bello deve ancora arrivare. L'Eurovision Song Contest 2022 è ormai alle porte e Torino è pronta a trasformarsi per 4 giorni la capitale europea della musica.

 

Leggi anche > Torino, guida l'autobus senza patente: il caso del figlio del direttore generale di Gtt in consiglio comunale

 

Sotto la Mole giungeranno migliaia di appassionati di musica da tutta Europa e l'entusiasmo che si respira nell'aria è confermato dalle agenzie di viaggio online. Per eDreams, infatti, l'agenzia di viaggi online leader in Europa  è stato registrato un vero e proprio boom di prenotazioni. Dal 10 al 14 maggio si registra un incremento delle ricerche dei voli per Torino, pari al 31% in più, rispetto ai 5 giorni che precedono la kermesse musicale.

 

50MILA PASSEGGERI PER IL PONTE DEL 25 APRILE

 

Un incremento, però, non legato al singolo evento, bensì, a un trend di ritorno alla normalità che ha già dato i segnali del ritorno dei turisti nel capoluogo piemontese. Per il ponte del 25 aprile, infatti, quasi 50mila persone hanno invaso Torino e 48mila sono transitate dall'aeroporto di Torino Caselle. Una vera svolta per lo scalo torinese che è arrivata grazie anche all'hub Ryanair, la compagnia aerea low cost che ha portato a Torino 19 rotte in più, di cui 18 internazionali

 

Con le sue regge sabaude, i numerosi musei e gli storici caffè, Torino si prepara ad ospitare turisti provenienti soprattutto dall’Italia (65%), seguiti dagli spagnoli (14%), anche se non mancheranno arrivi da Regno Unito, Francia, Germania, Danimarca, Romania, Belgio, Olanda e Svezia.

 

Questo trend riflette la crescente attenzione dei connazionali per l'Eurovision Song Contest, che ha raggiunto l’apice lo scorso anno con il trionfo dei Måneskin, che hanno riportato il titolo in Italia dopo ben 31 anni.

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Aprile 2022, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA